Privacy Policy politicamentecorretto.com - Laura Garavini (PD): "Non si tocchi la circoscrizione estero"

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Laura Garavini (PD): "Non si tocchi la circoscrizione estero"

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

La deputata interviene in aula sulla “Mozione riforme costituzionali” presentata dalla maggioranza

       

 

"Con le riforme costituzionali abbiamo la possibilitá di ridare legittimità alla politica e di contrastare quei fenomeni di antipolitica dilagante che sempre più stanno ledendo le fondamenta della nostra democrazia. Al termine di un percorso di riforme di carattere istituzionale è importante che si pervenga anche ad una riforma della legge elettorale, e in questo contesto è urgente che si legiferi sulla messa in sicurezza del voto degli italiani all´estero". Lo ha detto Laura Garavini, componente dell’Ufficio di presidenza del Gruppo PD alla Camera, intervenendo sulla Mozione presentata dalla maggioranza in materia di riforme costituzionali.

 

"Detto in altri termini: la circoscrizione estero non si tocca. Sarebbe davvero singolare che proprio oggi, in una fase in cui le nostre comunità all´estero vedono una crescita esponenziale, a seguito dei massicci fenomeni migratori di giovani cervelli e di giovani braccia, volessimo recidere i contatti, anche politici, con tali comunità, togliendo loro il diritto di esprimere i propri rappresentanti. Rafforziamo dunque la rappresentanza", ha concluso la Garavini, "e facciamolo sia in Italia che all´estero, perchè gli italiani nel mondo rappresentano una parte importante dell´Italia, non solo per la sua storia ma anche per il presente e per il futuro del Paese."

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)