Privacy Policy politicamentecorretto.com - Prima riunione del Tavolo di lavoro sul Federalismo Fiscale

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Prima riunione del Tavolo di lavoro sul Federalismo Fiscale

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

Si è svolta nella sede di Confindustria Puglia, promossa dalla Commissione Credito e Assicurazioni Confindustria Puglia, la prima riunione del Tavolo di lavoro sul Federalismo Fiscale che ha l’obiettivo di avviare un momento di confronto a più riprese su un argomento di particolare importanza e attualità.

Sono intervenuti, apportando un prezioso ed elevato contributo tecnico alla riflessione il Prof. Gianluca Selicato (docente universitario); il Prof. Mario Aulenta (Dirigente Generale dell’Ufficio Tributi della Regione Puglia); il Dott. Cosimo Cafagna (Presidente della Sezione Puglia dell’Associazione Nazionale Tributaristi Italiani).

I relatori hanno prospettato i diversi scenari e le ricadute a livello nazionale, e in particolare in chiave pugliese, relativamente alle varie ipotesi di Federalismo Fiscale, al momento in fase di studio. E’ emersa in particolare, per la Regione Puglia, una criticità per la tenuta complessiva dei conti, dovuta alle minori entrate fiscali, che potrebbero derivare dall’adozione di ciascun modello di Federalismo Fiscale che oggi vengono prospettati.

Da parte di Confindustria Puglia, è stata espressa la volontà di continuare la serie degli incontri con i vari attori interessati alle problematiche relative al Federalismo Fiscale, al fine di arrivare ad una chiara visione di tutte le problematiche insite e, conseguentemente, essere in grado di dare il proprio fattivo contributo ad una condivisa stesura della nuova normativa.

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)