Privacy Policy politicamentecorretto.com - Grande successo all’Alexander Palace Hotel per l’VIII edizione del Premio Nazionale “VOCI – Città di Abano Terme”. “Premio alla Cultura Internazionale” assegnato alla poetessa italo-francese Maria Salamone

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Grande successo all’Alexander Palace Hotel per l’VIII edizione del Premio Nazionale “VOCI – Città di Abano Terme”. “Premio alla Cultura Internazionale” assegnato alla poetessa italo-francese Maria Salamone

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

“Maria Salamone, nata a Montedoro, in Sicilia, si è trasferita in Francia, a Cannes, da giovanissima. La sua notorietà va oltre i confini delle due Nazioni, infatti è molto conosciuta in Costa d’Avorio, dove ha vissuto alcuni anni e dove ha portato, con incredibile successo, la poesia presso le scuole di piccoli villagi e di grandi città. L’Artista ha ricevuto ben sei Premi alla Carriera, l’ultimo a Ragusa Ibla (Ragusa Vecchia). Ha tenuto mostre e recital in vari paesi del mondo, ragione per cui la Stampa francese l’ha definita “Poetessa senza frontiere”, e alcune sue liriche, selezionate dal Ministro della Pubblica Istruzione, sono state inserite nei manuali di francese destinati alle Scuole di vari gradi. L’Assessore alla Cultura e al Patrimonio del Comune di Marseillan, Marie-Françoise Demortier, l’ha definita “un bellissimo esempio d’integrazione”, aggiungendo che l’integrazione tramite la Cultura rappresenta una delle forme di unione più importanti e originali che esistano. Il Circolo I.P.LA.C. le conferisce il Premio alla Cultura proprio in virtù della sua capacità di divenire ponte di comunicazione e di fratellanza tra le Culture di diverse Nazioni”.
E’ questa la motivazione con cui il Presidente di Giuria, Roberto Mestrone, ha conferito il “Premio alla Cultura Internazionale” alla poetessa italo-francese Maria Salamone nel corso della cerimonia dell’ottava edizione del Premio Letterario Nazionale “VOCI – Città di Abano Terme”, tenutasi nei giorni scorsi presso  il salone dei Congressi dell’Alexander Palace Hotel di Abano-Terme. L’evento è stato brillantemente condotto dal Consigliere IPLAC Giuseppe Vultaggio, venuto per l’occasione dalla Sicilia.
“Serberò un ricordo bellissimo e indimenticabile di questo evento ad Abano”, ha commentato nnel ricevere l’ambito premio la poetessa Salamone, accolta con immenso calore e generosità dal direttivo, di cui era ospite presso il prestigioso Ritz Hotel di Abano Terme, “un evento che ha saputo dare lustro alla creatività letteraria, valorizzando piccoli e grandi autori e celebrando le varie regioni d’Italia, tramite la sezione in vernacolo, di cui si è particolarmente distinta l’Accademia Romanesca.
Pubblichiamo la motivazione del Presidente di Giuria, Roberto Mestrone:
“Maria Salamone, nata a Montedoro, in Sicilia, si è trasferita in Francia, a Cannes, da giovanissima. La sua notorietà va oltre i confini delle due Nazioni, infatti è molto conosciuta in Costa d’Avorio, dove ha vissuto alcuni anni e dove ha portato, con incredibile successo, la poesia presso le scuole di piccoli villagi e di grandi città. L’Artista ha ricevuto ben sei Premi alla Carriera, l’ultimo a Ragusa Ibla (Ragusa Vecchia). Ha tenuto mostre e recital in vari paesi del mondo, ragione per cui la Stampa francese l’ha definita “Poetessa senza frontiere”, e alcune sue liriche, selezionate dal Ministro della Pubblica Istruzione, sono state inserite nei manuali di francese destinati alle Scuole di vari gradi. L’Assessore alla Cultura e al Patrimonio del Comune di Marseillan, Marie-Françoise Demortier, l’ha definita “un bellissimo esempio d’integrazione”, aggiungendo che l’integrazione tramite la Cultura rappresenta una delle forme di unione più importanti e originali che esistano. Il Circolo I.P.LA.C. le conferisce il Premio alla Cultura proprio in virtù della sua capacità di divenire ponte di comunicazione e di fratellanza tra le Culture di diverse Nazioni”.
         Abano, 25 maggio 2013

Indimenticabile anche l’esibizione del giovane Balletto di Danza Acrobatica “URBANIA”, della cantante e ballerina Laila Scorcelletti e dei violinisti Pietro Juvara e Francesca Cusmani, che hanno arricchito la serata con la loro bravura e professionalità, e a cui ha fatto eco una marea di applausi.
Indubbiamente Il buon esito della cerimonia è dovuto anche e soprattutto all’impegno di tutti i componenti del comitato direttivo: Roberto Mestrone, Presidente; Roberto Guerrini, vice-Presidente; Debora Coron, Segretaria; Maria Rizzi, Simona Bertocchi, Laila Scorcelletti, Giuseppe Vultaggio, Consiglieri; i quali hanno dato il meglio di sé stessi alfin di elevare l’arte letteraria al più alto livello della Cultura.

Fra i vari sponsor e Associazioni Culturali attraverso l’Italia che, in nome della cultura, collaborano al Premio Letterario IPLAC, da citare la PEGASUS, presieduta da Roberto Sarra, il quale, come numerosi altri sostenitori, ha onorato la cerimonia di premiazione della sua presenza.
Il noto artista padovano, Michele Nicolé, è l’ideatore dei favolosi premi in prezioso cristallo, da esporre fieramente nella propria vetrina.
Ricordiamo il verbale della giuria composta dal Presidente Roberto Mestrone, dalla poetessa e scrittrice e giornalista Daniela Quieti, dalla poetessa e scrittrice Simona Bertocchi, MS), dal poeta Sandro Angelucci, dalla poetessa e scrittrice Daniela Fusella, dall’artista teatrale Massimo Chiacchiararelli, dal poeta Vittorio Verducci, e dal poeta Rodolfo Vettorello, che hanno cosi’ deliberato:

RACCONTI
1° Class.: Fornasier Pierluigi (Padova); 2° Class.: Corrado Ramona (Sedico – BL); 3° Class.: Assini Adriana (Roma); 4° Class.: Maestri Stefania (Cattolica – RN)
POESIA IN VERNACOLO
1° Class.:  Nardin Donatella (Cavallino – Treporti  – VE); 2° Class.: Volpi Paola (Roma); 3° Class.:  Cancellieri Lucio (Teramo); Revello Franco (Nichelino – TO); 4° Class.: Gentiletti Luciano (Rocca Priora - RM); Gerbino Giuseppe (Castellammare del Golfo – TP)
POESIA IN LINGUA
1° Class.:  Muscardin Rita (Savona); 2° Class.: Prosperi Franca (Cologna Paese di Roseto – TE); 3° Class.: Pigureddu Emy (D’Agultu e Vignola – OT)
POESIA IN METRICA
1° Class.: Perugini Alessandro (Firenze); 2° Class.: Baroni Carla (Ferrara); 3° Class.:  Andreassi Nicola (Noicattaro – BA)
LIBRO DI POESIA
1° Class.:  Campegiani Franco (Marino – Roma); 2° Class.:  Nasr Meeten (Milano); 3° Class.: Sciandivasci Federica (Roma); 4° Class.: Aniello Giovanni (Marina di Minturno – LT); Cecere Ester (Taranto)
PREMI DELLA CRITICA-GIURIA: Valentini Alessandro (Roma); Fiorentini Bruno (Bracciano – RM); Malta Elena (Pianella – PE; Giordano Antonio (Palermo)
PREMIO NUOVA TRIBUNA LETTERARIA: Daniele Toffanin Maria Luisa (Selvazzano Dentro – PD)
PREMI ALL’ECCELLENZA: Offerti dagli sponsor, dal Comune di Abano Terme e assegnati dal Presidente di Giuria; fra i premiati spicca il nome del poeta Pardini Nazario.
PREMIO ALLA CARRIERA: Consoli Carmelo (Firenze)”; Capecchi Loriana (Quarrata – PT)
PREMIO ALLA CARRIERA A 360°: Canfora Alberto (Roma).
PREMIO OPERATRICE CULTURALE: Pagano Antonia Anna (Roma).
Numerosi anche i Premi Speciali, le Menzioni d’Onore, le Segnalazioni di Merito e Segnalazioni varie. Un grazie sincero e affettuoso dal Direttivo ai generosi sponsor, che hanno contribuito al buon esito della manifestazione assegnando prestigiosi premi.
“Nella foto da sinistra verso destra: Deborah Coron, Roberto Mestrone, Maria Salamone, Roberto Guerrini, Giuseppe Vultaggio”.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)