Privacy Policy politicamentecorretto.com - Vomero: via Scarlatti transennata, verifiche ad un platano

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Vomero: via Scarlatti transennata, verifiche ad un platano

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

 

            “ Dopo il tragico evento di via Aniello Falcone, al Vomero sembra in atto una vera e propria psicosi nei confronti delle alberature stradali,  che nei giorni scorsi ha già prodotto un intervento su due platani in via Scarlatti neri pressi dell’incrocio con la stessa via Aniello Falcone – afferma Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari -. Al centro dell’attenzione stamani un altro platano secolare posto sempre su via Scarlatti all’incrocio con via Alvino. Un albero che da molto tempo presenta una grossa cavità nei pressi della base del tronco. Un intero tratto di strada è stato provvisoriamente transennato e presidiato in attesa delle verifiche dei tecnici comunali “.

 

         “ Sia chiaro – continua Capodanno – è giusto effettuare tutte le verifiche per salvaguardare l’incolumità dei passanti. Forse se questi interventi fossero stati fatti per tempo molti platani, che sono nati con la stessa nascita del “Nuovo Rione”, voluto dalla legge per il  Risanamento di Napoli nel 1885 e dunque hanno oltre un secolo di vita, potevano essere salvati. Negli ultimi tempi, anche a causa dell’elevato tasso di inquinamento delle strade del quartiere collinare, i platani secolari sono stati attaccati da diversi agenti patogeni, tra i quali quello del cosiddetto cancro colorato. Danni ha causato anche la tingide del platano che ne ha infestato le foglie, oltre ad arrecare fastidiose punture “.

 

         “ Insomma – puntualizza Capodanno – uno stato di abbandono del già scarno patrimonio arboreo che ha prodotto l’abbattimento di numerosi platani, come testimoniano ancor oggi le fonti d’albero vuote, specialmente in via Luca Giordano, dove proprio di recente ho realizzato un ricco dossiere fotografico, pubblicato sul social network Facebook (https://www.facebook.com/media/set/?set=a.473426169407195.1073741826.100002194493090&type=1&l=fee0e66a45 ) dal quale emerge chiara una situazione di precarietà e di abbandono rispetto alla quale è auspicabile che si assumano con l’immediatezza del caso gli opportuni provvedimenti “.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)

Altre notizie