Privacy Policy politicamentecorretto.com - Vomero: ripartono i parcheggi privati interrati Iniziati in questi giorni i lavori in piazza Leonardo

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Vomero: ripartono i parcheggi privati interrati Iniziati in questi giorni i lavori in piazza Leonardo

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

 

            Cresce al Vomero la preoccupazione dopo che in questi giorni sono iniziati i lavori di transennamento di alcune aree in piazza Leonardo, per la realizzazione di un nuovo parcheggio interrato privato pertinenziale il cui progetto, insieme ad altri, era stato approvato con i poteri commissariali dall’ex sindaco di Napoli. A dare la notizia è Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, fondatore sul social network Facebook del gruppo “ La collina dice basta con cantieri e scavi “ al seguente link: https://www.facebook.com/groups/109104739125745/

 

            “ Si è partiti – esordisce Capodanno - , sulla scorta di quanto indicato nell’O.S. n. 914 del 21 giugno scorso, con un nuovo dispositivo temporaneo di traffico in piazza Leonardo e strade limitrofe che, tra l’altro, prevede l’istituzione di una serie di divieti di sosta, lo spostamento delle fermate degli autobus e del posteggio taxi nonché il divieto di transito con sbarramento in salita Cacciottoli dalla confluenza con piazza Leonardo. Il tutto dunque con non pochi disagi per commercianti e residenti della zona “.

 

            “ Andando a ritroso – continua Capodanno - per il parcheggio in questione denominato “ piazza Leonardo – ID 141 “, il permesso a costruire è stato rilasciato alla cooperativa richiedente con determina  n. 4 del 4 aprile scorso. In tale determina si specifica che il parcheggio avrà una superficie complessiva di circa 2.198 mq e si articolerà su tre livelli interrati per complessivi 147 box oltre a sei posti auto “.

 

            “ Si tratta – ricorda Capodanno - di uno dei parcheggi interrati privati, costruiti su suolo pubblico, assentiti dall’allora sindaco commissario delegato per l’attuazione degli interventi volti a fronteggiare l’emergenza del traffico e della mobilità nel territorio cittadino. Una delega che fu prorogata, con l’ultimo provvedimento del Presidente del Consiglio dei Ministri, fino al 30 giugno 2010.  Proprio in tale ultimo giorno l’allora sindaco commissario con decreto commissariale n. 100 assentì la variante al progetto definitivo per il parcheggio di piazza Leonardo, autorizzando la stipula per la convenzione per la cessione del diritto di superficie dell’area assegnata “.

“ Eppure per questo come per altri parcheggi interrati privati, come quello non ancora realizzato in piazza degli Artisti, sempre al Vomero, si erano levate forti le voci del dissenso – puntualizza Capodanno -. Proprio a seguito delle vibrate proteste dell’associazione commercianti e residenti di piazza Leonardo, si era tenuta un’apposita riunione, il 30 giugno 2010, presso la commissione mobilità del Comune di Napoli. Riunione che si era conclusa con un comunicato stampa nel quale, dopo che i cittadini presenti avevano esposto le gravi ripercussioni anche di natura economica legate all’attuazione del provvedimento, si affermava: “Il presidente D’Esposito e tutti i consiglieri presenti – Ciro Varriale, Moxedano, Pasquale Sannino, Santoro, Lamura e Fucito – hanno espresso grande contrarietà alla realizzazione del parcheggio di piazza Leonardo, sottolineando, tra l’altro, l’estensione da 500 a 1000 metri per la definizione della pertinenzialità, la necessità di rivedere la tipologia di tutti i 21 progetti di parcheggi previsti per la zona collinare, l’inutilità di un parcheggio laddove ne insistono altri, i danni economici per i commercianti, la preoccupazione per i tempi e l’assenza di posti auto a rotazione. Dopo aver recepito la proposta del consigliere Santoro, condivisa all’unanimità dai presenti, il presidente D’Esposito ha comunicato che, unitamente ai commissari, chiederà immediatamente un incontro al Sindaco o al vice commissario Massa per verificare se il progetto sia già stato firmato e, in caso contrario, per chiedere di bloccarne l’assenso definitivo “.

“ Ma, purtroppo – conclude amareggiato Capodanno – pare che la decisione unanime assunta dalla suddetta commissione nonché le perplessità e le preoccupazioni manifestate non ha trovato riscontro operativo, visto che, comunque, seppure a distanza di circa tre anni da quella data, è stato sottoscritto l’atto che ha di fatto dato il via libera alla realizzazione dell’ennesimo parcheggio privato in un sottosuolo, peraltro, che proprio in quell’area, tra piazza Leonardo e piazza Medaglie d’Oro, negli ultimi anni è stato più volto al centro di smottamenti e di cedimenti del manto stradale “.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)

Altre notizie