Privacy Policy politicamentecorretto.com - “L’Italia non si merita un vicepresidente del Senato razzista: Calderoli si dimetta”

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

“L’Italia non si merita un vicepresidente del Senato razzista: Calderoli si dimetta”

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

Solidarietà alla Ministra Kyenge da parte di Laura Garavini (PD)

 

“Grande solidarietà alla Ministra Kyenge per i continui attacchi razzisti che quotidianamente subisce, in ultimo, e in modo particolarmente vergognoso, dal vicepresidente del Senato Roberto Calderoli. La sensazione è che l’insulto di Calderoli non sia solo un sintomo di ignoranza e di mancanza di cultura democratica. Le scomposte reazioni di diversi esponenti leghisti alle dichiarazioni di Calderoli fanno temere che importanti settori della Lega vogliano recuperare una strategia della violenza e dell’intolleranza di fatto presente nel loro DNA, che negli ultimi tempi avevano solo cercato di mascherare. Calderoli si dimetta”. Lo ha dichiarato Laura Garavini, componente dell’Ufficio di Presidenza del gruppo PD alla Camera dei Deputati.

 

“Gli insulti razzisti e sessisti verso la Ministra Kyenge”, ha continuato la deputata PD, “sono all’ordine del giorno anche per le forze politiche dell’estrema destra. E’ notizia di oggi che Forza Nuova ha esposto dei cappi con dei manifesti contro la Ministra per l’integrazione, che ha partecipato a un incontro nella città abruzzese”.

 

“Sul web in particolare, le istigazioni all’odio razziale e alla violenza sono numerosissime. Proprio su questo tema ho presentato un’interrogazione in Commissione Affari Costituzionali, nella quale chiedo al Ministro degli Interni di rimuovere alcune pagine Facebook di matrice neofascista e di perseguire i responsabili di minacce intollerabili contro la Ministra e, più in generale, contro la democrazia del nostro Paese”.

 

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)