Privacy Policy politicamentecorretto.com - Turismo, mentre l'Italia tiene, crolla la Calabria (-30%)

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Turismo, mentre l'Italia tiene, crolla la Calabria (-30%)

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 


on Franco Laratta: La nostra è l'unica regione d'Italia a non avere un Assessore al Turismo! soprattutto non ha una visione nuove e di qualità della politica turistica.


L'ex parlamentare del pd Franco Laratta ha fatto visita ieri ad alcune strutture turistiche della Sila e , in serata, in alcune importanti strutture del Tirreno cosentino. Ha incontrato operatori turistici ed esperti del settore.


Per l'on Laratta: Mentre tengono bene la Sicilia (+8%), Puglia (+5%), Sardegna (+5%) e Versilia (+2%, grazie anche alla forte presenta di stranieri e di 'nuovi ricchi', in CAlabria si registrani dati drammatici relativamente alle presenze turistiche
I dati già in possesso, registrano un calo gravissimo nella nostra regione (-30%), con alcune realtà che arrivano a perdere il 40% rispetto allo scorso anno!
Ha pienamente ragione  Demetrio Metallo della Federturismo regionale, «gli operatori sono in grandissima difficoltà. Poche isole felici hanno limitato il danno».


Secondo Franco Laratta, " la grande assente è da anni la nostra regione, che  manca addirittura di un Assessore al Turismo, manca soprattutto di un programma e di un progetto di rilancio dell'immagine dalla nostra terra che soffre per un sistema infrastrutturale vecchio, per i rifiuti lungo le strade, per il solito sistema di depurazione che non funziona, per la cattiva qualità delle acque in più punti.  Fanno meglio alcuni piccoli comuni che presentano interessanti novità nei programmi, puntano sulla qualità e sulla cultura. Del tutto cancellata la splendida montagna calabrese che la Regione dimentica di far citare perfino negli spot televisivi istituzionali.
Ma in Calabria, il turismo è tutto da inventare. Di questo passo siamo destinati ad essere sempre marginali. E gli operatori sono stanchi di dover registrare ad ogni fine stagione un segno negativo, che viene poi subito dimenticato!"

Invia commento comment Commenti (0 inviato)