Privacy Policy politicamentecorretto.com - Giallo al Vomero: troppi alberi morti in via Tino di Camaino

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Giallo al Vomero: troppi alberi morti in via Tino di Camaino

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

Restano a terra gli alberi tagliati in via Enrico Alvino

Video al link: http://www.youtube.com/watch?v=Mtx70_f4gYM

 

 

            “ Un giallo sul quale occorre fare chiarezza – esordisce Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari -. In un momento nel quale dopo il tragico episodio di via Aniello Falcone, si assiste al Vomero alla scomparsa di numerose alberature stradali, che vengono tagliate, presumibilmente in quanto affette da problemi che non ne garantiscono la stabilità, lasciando nella fonte il solo ceppo, quindi senza la possibilità in immediato di sostituirle, nell’ultimo tratto di via Tino di Camaino, tra via Tarantino e piazza Medaglie d’Oro, ben 13 delle 22 alberature originariamente presenti sono morte o sono scomparse “.

 

            “ Un vero primato – puntualizza Capodanno -! Ma ciò che lascia perplessi è il fatto che, osservando tutta l’arteria stradale che collega piazza Medaglie d’Oro a piazza degli Artisti, la quale, negli anni scorsi, dopo numerose petizioni e proteste, fu completamente alberata su entrambi i marciapiedi, questa ecatombe di alberi si è verificata solo nel tratto in questione mentre nel resto della strada gli alberi sono fioriti regolarmente e godono di ottima salute “.

 

            “ Un fenomeno che non trova alcuna palese giustificazione al momento – prosegue Capodanno – e sul quale occorre fare chiarezza promuovendo le opportune indagini. Certo che sembra davvero strano che solo in un tratto di strada di poche centinaia di metri gli alberi muoiano con tanta rapidità con la scomparsa di oltre il 50% di quelli originariamente piantati. Gli ultimi due si sono seccati proprio in questi giorni e sono ancora al loro posto, mentre degli altri è rimasto solo un moncone del fusto “.

 

            Con l’occasione Capodanno torna anche sulle alberature recentemente tagliate in via Enrico Alvino sempre nell’area collinare della Città. “ Dopo una settimana dalla segnalazione – afferma Capodanno - il tronco segato in più pezzi e i rami di un enorme platano sono ancora lì sulla carreggiata, senza che si sia provveduto a rimuoverli, occupando peraltro alcuni stalli delle strisce blu ed impedendo, di conseguenza, la sosta delle autovetture “.

 

            Capodanno sollecita l’intervento degli uffici competenti sia per la rimozione degli alberi tagliati sia per fare chiarezza sulla morte delle alberature stradali in via Tino di Camaino. “ Resta comunque prioritario – conclude Capodanno – procedere all’immediata mezza a dimora di nuove essenze per tutti gli alberi, morti o tagliati che siano, anche al fine di non impoverire ulteriormente il già scarno patrimonio arboreo presente sulla collina vomerese che vanta, tra gli altri, il triste primato di uno dei più bassi indici di verde pubblico a disposizione dei residenti “.

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)