Privacy Policy politicamentecorretto.com - On Franco Laratta, Edilizia sociale: “Scopelliti e la sua Giunta hanno provocato un danno enorme alla Regione. Chi paga per il risarcimento di quattro milioni di euro?”

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

On Franco Laratta, Edilizia sociale: “Scopelliti e la sua Giunta hanno provocato un danno enorme alla Regione. Chi paga per il risarcimento di quattro milioni di euro?”

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

On Franco Laratta, Edilizia sociale: “Scopelliti e la sua Giunta hanno provocato un danno enorme alla Regione. Chi paga per il risarcimento di quattro milioni di euro?”

La querela per diffamazione all' on Laratta, da parte dell'assessore regionale Gentile, per avere portato in parlamento la vicenda dell'edilizia sociale in Calabria!

 


Avevamo denunciato a suo tempo i fatti al Governo, mentre alcuni consiglieri regionali del pd lo facevano alla Regione Calabria. L'intera vicenda relativa all' Edilizia sociale è stata gestita in maniera pessima.

Ci siamo rivolti per ben due volte al governo nazionale in merito alla revoca della graduatoria di imprese, cooperative e comuni che erano interessati agli appalti per l'edilizia sociale. Revoca disposta dalla Regione Calabria in modo assolutamente incomprensibile e ingiustificato.

Quella nostra denuncia ci procurò una querela per diffamazione da parte della Giunta regionale, assessorato ai Lavori Pubblici. Ma tutto andò avanti secondo i desiderata di Scopelliti e della sua Giunta.

Oggi i fatti ci danno ragione, ma occorre capire chi pagherà per la revoca di quella graduatoria. Era chiaro che un simile provvedimento avrebbe prodotto decine di contenziosi legali. Era altrettanto altissimo il rischio che la Regione Calabria avrebbe dovuto pagare i danni utilizzando i fondi per costruire gli alloggi. E così è stato.

Ora che tutto si è verificato per come facilmente si poteva prevedere, la regione fa i conti con un danno enorme. Ma è necessario che si faccia piena luce da parte della magistratura e della Corte dei Conti. Occorre chiarezza e bisogna che i colpevoli paghino per le scelte irresponsabili portate avanti con testardaggine, senza tenere conto delle denunce e delle interrogazioni in parlamento e in consiglio regionale.

 


Intanto c'è da chiedersi: premesso che i danni vadano pagati per come stabilito dal TAR Calabria, chi ha quantizzato il danno da liquidare alle imprese impegnate negli appalti per l'edilizia sociale? E più precisamente: come si arriva a liquidare all'impresa Gatto circa 2.600.000 euro? E alla Edil Park una somma di 1.000.000 di euro?

Quali sono state le procedure adottate per definire gli importi e chi ha firmato gli atti?

 


I calabresi pagano ancora una volta i gravissimi errori di Scopelliti e della sua giunta. E questa volta si tratta di danni per diversi milioni di euro!

 


Franco Laratta

già deputato

Invia commento comment Commenti (0 inviato)