Privacy Policy politicamentecorretto.com - Napoli: Forum delle Culture al Vomero? Proposta assurda

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Napoli: Forum delle Culture al Vomero? Proposta assurda

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

         “ Si vede che il caldo africano a qualcuno fa proprio male – esordisce Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, già presidente della circoscrizione Vomero – Ma come si fa, nella situazione attuale e con i ritardi accumulati a lanciare la proposta  di tenere un evento d’importanza internazionale come il Forum Universale delle Culture in un quartiere di soli due chilometri quadrati, con una densità abitativa di circa 25mila abitanti a chilometro quadrato, ed un indotto che nei fine settimana aggiunge altre decine di persone provenienti da tutti i quartieri e dai comuni limitrofi del capoluogo partenopeo “.

         “ Un quartiere – afferma Capodanno - che negli ultimi anni, anche per il carente funzionamento di servizi pubblici essenziali, come la manutenzione stradale, quella del verde pubblico, la rimozione dei rifiuti solidi urbani, è stato ridotto in uno stato di degrado e di abbandono che non si era mai visto dal dopoguerra ai giorni nostri, mentre decine di attività commerciali hanno chiuso e continuano a chiudere, ed anche luoghi storici di cultura e di socializzazione, come la libreria Guida Merliani, nonostante i proclami, non vengono salvati “.

         “ Ridicolo poi suggerire di utilizzare, come location del forum, la villa Floridiana – continua Capodanno -. Ma chi fa queste proposte conosce lo stato attuale di questo parco pubblico per la gran parte recintato ed inaccessibile, in attesa di una convenzione con l’amministrazione comunale per la sua gestione, annunciata mesi addietro, all’atto dell’ennesima chiusura dell’ingresso principale su via Cimarosa, ma mai sottoscritta? Ne dubito fortemente “.

         “ Altro che “notte bianca” – conclude Capodanno -. Al Vomero è in atto da alcuni anni a questa parte una notte nera come la pece che, anche per quanto riguarda l’ordine pubblico, lascia sempre più a desiderare, sebbene molti vomeresi, sbagliando ma non nutrendo più alcune fiducia nelle istituzioni preposte, fanno in modo da non incrementare le statistiche non sempre attendibili sui fattori che attengono alla sicurezza dell’area collinare del capoluogo partenopeo. Sottolineando anche le tante dichiarazioni, non seguite però da fatti concreti, che dipingono il Vomero come una centrale di riciclaggio del danaro sporco, al punto da far parlare di una sorta di “lavanderia” di tali proventi illeciti “.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)