Privacy Policy politicamentecorretto.com - Musica, pittura e poesia. Successo in Sicilia per la manifestazione del “Movimento per la "Divulgazione Culturale” e delle Edizioni “Smasher

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Musica, pittura e poesia. Successo in Sicilia per la manifestazione del “Movimento per la "Divulgazione Culturale” e delle Edizioni “Smasher

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

Nino Bellinvia.

Il “Movimento per la Divulgazione Culturale” e le Edizioni “Smasher” hanno  organizzato nei giorni scorsi una riuscita manifestazione di alta cultura nell’Auditorium “San Vito” di Barcellona Pozzo di Gotto, una chiesa barocca sconsacrata, luogo ideale dove si sono svolte l’inaugurazione della mostra di pittura “Mediterraneo” del maestro Ignazio D’Anna, la presentazione della silloge poetica “Sguardi d’infinito” di Teresa Vario, nonché la presentazione al vasto e attento pubblico barcellonese dell’ultimo violino barocco costruito dallo stesso artista D’Anna, un vero gioiello con cui il Maestro Giuseppe Fabio Lisanti ha eseguito alcuni brani di J. S. Bach.

A dare il via ai lavori è stato il presidente del “Movimento per la Divulgazione Culturale”, lo scultore Giuseppe Messina, presentando la “scaletta” della serata che ha visto come protagonisti, oltre il pittore e la poetessa, guarda caso due medici, la direttrice delle Edizioni “Smasher”, Giulia Carmen Fasolo (che ha svolto il compito di moderatrice), l’Assessore alla Cultura Raffaella Campo, che ha portato il saluto dell’Amministrazione Comunale, il filosofo Carmelo Eduardo Maimone che ha presentato la poetessa Teresa Vario e relazionato sulla sua poesia, mettendo in rilievo ciò che emerge dai versi, la matura spiritualità della stessa, ma anche l’ansia derivante dall’assidua attenzione verso i più gravi problemi sociali.

Il compito di presentare la mostra del maestro D’Anna ( si potrà visitare fino a domenica prossima, 29 settembre) è toccato a Giuseppe Messina, il quale ha relazionato sull’artista e sul suo molteplice operare. Fra l’altro, dopo aver parlato della sua attività di creatore di strumenti barocchi a corda, ha fatto presente che, “Le sue opere pittoriche sono create da una “tastiera  cromatica” della quale l’artista ha ampia conoscenza, così egli dà corpo alle sue idee con un’armonica sinfonia di colori che passano dalla tavolozza al supporto pittorico. Ecco come (ha detto ancora), con la tecnica della pennellata ricca di colore disposto a chiazze, esprime ciò che l’occhio ha colto nel suo viaggio tra cose e il paesaggio; è dando libertà al suo estro che ricostruisce, per far rivivere al fruitore, il fascino delle sensazioni colte nei luoghi del suo peregrinare. I suoi dipinti ricalcano la tendenza dell’artista indomito e intraprendente viaggiatore e riflettono i paesaggi, le interessanti strutture architettoniche, le prospettive e gli scorci di vedute ammantate di poetica atmosfera, fra luci e ombre che ha saputo ben annotare con tonalità quasi monocromatiche, dal bianco all’azzurro, passando per i vari verdi, con sfumature delicate, mai aggressive che tendono ad ottenere una equilibrata luminosità”.

La manifestazione, come ci  ha fatto sapere la collega Tiziana Cambria, si è conclusa con l’applaudita lettura di alcune poesie da parte della stessa poetessa Teresa  Vario.

Nella foto gli artisti partecipanti alla manifestazione. Da sx: Giuseppe Fabio Lisanti, Teresa Vario, Ignazio D'Anna, Carmelo Eduardo Maimone, Giuseppe Messina e Giulia Carmen Fasolo.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)