Privacy Policy politicamentecorretto.com - Napoli: ordinanza sindacale per la notte bianca al Vomero

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Napoli: ordinanza sindacale per la notte bianca al Vomero

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

“ Forti perplessità sulla legittimità del provvedimento “

 

            “ Esprimo forti perplessità sulla legittimità dell’ordinanza sindacale prog. n. 1401 del 3 ottobre 2013, emanata dal Comune di Napoli per l’istituzione di un particolare dispositivo di circolazione in alcune strade della municipalità Vomero-Arenella al fine di consentire lo svolgimento degli eventi previsti per la manifestazione “Vomero Notte 2013” – afferma Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, già presidente della circoscrizione -. Ordinanza che è destinata a  suscitare non poche polemiche e rimostranze. A mio avviso con la decisione di realizzare una manifestazione di questo genere di sabato, decisione presa unilateralmente dall’amministrazione comunale, senza tenere in alcun conto le esigenze dei cittadini, principalmente dei residenti nell’area interessata, non si configurerebbero le condizioni per le quali, in applicazione dell’art. 7 del decreto legislativo 30 aprile 1992 n. 285, che disciplina la regolamentazione della circolazione nei centri abitati, si possa istituire il divieto di transito e di circolazione veicolare in una così vasta area della municipalità collinare, come quella indicata nella planimetria allegata, dalle ore 17.00 del giorno 12 ottobre  e fino a cessate esigenze, non meglio precisate, del giorno 13 ottobre 2013 “.

 

            “ Ancor più grave il fatto che il provvedimento in questione non preveda l’esclusione dei residenti all’interno dell’area, che non potranno dunque, nel periodo di tempo indicato, né uscire né rientrare a casa con la propria autovettura – puntualizza Capodanno -. Le uniche deroghe riguardano infatti i veicoli del1e forze del1’ordine, della Municipalità 5 in servizio e di soccorso, i veicoli intestati ad Enti Pubblici, delle Società ed Aziende erogatrici di pubblici servizi, in chiamata di emergenza, i veicoli degli operatori sanitari dekl SSN, per la pronta disponibilità, i mezzi delle società di allestimento delle strutture a servizio degli eventi programmati, per il tempo strettamente necessario, i veicoli intestati a Società di vigilanza privata in servizio ed i veicoli a servizio del1a Protezione Civile “.

 

            “ Un ulteriore penalizzazione riguarda gli abitanti di via D'Annibale, di piazza Fanzago, di via Alvino,  di via Tito Angelini (tra via Caccavello e piazzale San Martino) e di piazza degli Artisti per consentire l’allestimento di PMA ( Posto Medico Avanzato ) – aggiunge Capodanno – che non potranno neppure parcheggiare la propria autovettura per strada dal momento che l’ordinanza sindacale, dalle ore 8.00 del giorno 12 ottobre e fino a cessate esigenze del giorno 13 ottobre 2013, istituisce il divieto di sosta con rimozione coatta “.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)