Privacy Policy politicamentecorretto.com - Un nuovo ministero per non mettere più in imbarazzo Anna Maria Cancellieri

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Un nuovo ministero per non mettere più in imbarazzo Anna Maria Cancellieri

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image
La macchina dello Stato funziona male, le prigioni dello Stato funzionano malissimo, e il ministro della Giustizia Anna Maria Cancelieri è costretta ad interessarsi ora di quello ora di quell’altro detenuto che versa in brutte condizioni di salute. Solo che la Cancellieri è venuta a trovarsi nei pasticci quando ha dovuto interessarsi di un detenuto, anzi, di una detenuta, che appartiene ad una famiglia la cui amicizia già in sé dovrebbe mettere in imbarazzo un ministro del governo. Sulla prudenza e la cautela ha prevalso l’amicizia e l’umanità, lei stessa, infatti,  si è rammaricata di “aver fatto prevalere i sentimenti sul distacco che il mio ruolo di ministro mi impone”. Del resto, ha fatto un’opera buona, e non si può neppure disapprovarla. E allora? Allora, poiché la macchina della Stato continuerà a funzionare male per chissà quanto tempo ancora, poiché il problema delle prigioni continuerà ad essere un eterno problema, al fine di evitare che il ministro della Giustizia venga a trovarsi in situazioni drammatiche, a combattere tra ruolo di ministro e ruolo di benefattrice, converrebbe lasciare a lei il solo ruolo di ministro, e istituire un nuovo ministero. Potrebbe chiamarsi il Ministero delle Opere Buone.
Elisa Merlo

Invia commento comment Commenti (0 inviato)