Privacy Policy politicamentecorretto.com - Napoli: su Facebook un gruppo contro i fuochi proibiti

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Napoli: su Facebook un gruppo contro i fuochi proibiti

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

         Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, ancora una volta si schiera a sostegno della battaglia contro i fuochi proibiti che ogni fine anno mietono centinaia di vittime, per lo più giovani, e le cui conseguenze si avvertono poi per tutta la vita.

 

         “ Per offrire un valido contributo alla conoscenza del problema – afferma Capodanno – ho deciso di rilanciare un gruppo fondato su Facebook per sensibilizzare l’opinione pubblica rispetto ad una questione che non sembra al momento trovare valide soluzioni. Purtroppo, nonostante l’impegno delle forze dell’ordine, come dimostrano anche le brillanti operazioni condotte in questi giorni, che ogni anno  portano al sequestro di quintali di botti proibiti, il problema resta ancora in gran parte irrisolto  “.

 

         Già milletrecento le adesioni al gruppo “ Per Capodanno diciamo no ai fuochi proibiti “ al link https://www.facebook.com/groups/39657428075 .

 

         “ Care amiche e cari amici – scrive Capodanno nella pagina di presentazione del gruppo - si avvicina la fine di un nuovo anno con le preoccupazioni legate a quella che potrebbe essere l'ennesima strage dell'idiozia, con fuochi proibiti sparati all'impazzata, anche con i ben noti pericoli del "giorno dopo", con mani e dita che saltano e segnano per tutta la vita, e sangue, tanto sangue, specialmente di giovani, che imbratta le coscienze di tutti. Sì perché è un dovere di ciascuno di noi dare un contributo affinché questa barbarie di salutare l'anno nuovo con fuochi illegali e pericolosi finalmente finisca. In questa direzione va la creazione di questo gruppo. Diffondetelo preso i vostri amici e conoscenti. Ve ne saranno certamente grati “.

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)