Privacy Policy politicamentecorretto.com - Garavini(PD): "Europa: necessario passare dalle politiche del rigore alle politiche della crescita”

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Garavini(PD): "Europa: necessario passare dalle politiche del rigore alle politiche della crescita”

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

La deputata PD ospite delCircolo famiglie italiane di Gross Gerau (Germania)

“Soprattuttofra i giovani, in Europa, si sono raggiunti livelli di disoccupazione che rappresentano un vero e proprio scandalo sociale”. Lo afferma Laura Garavini, componente dell’Ufficio di Presidenza del Gruppo PD alla Camera dei Deputati, aggiungendo: “Nonè un problema solo degli stati membri del Sud dell'Europa che risentono maggiormente della crisi. E’ una questione di interesse generale, di benessere e di lavoro, anche per i paesi del nord Europa che sono in minore difficolt à. Perché all’interno dell’Unione i Paesi sono talmente interdipendenti che non possono stare bene singolarmente, se l'Europa nel suo complesso è in crisi”.

La deputata PD , ospitedel Circolo Famiglie italiane di Gross Gerau è intervenuta all'iniziativa "Europa, casa comune di popoli e culture" p romossa dal Presidente Giovanni Baruzzi   e ha precisato: “Non possiamo continuare a puntare solo su rigoree austerità. Una politica basata solo sui tagli a lungo andare è destinata a soffocare l'economia. C'è bisogno invece di un grande piano di investimenti, in Europa, capace di rimettere in moto l'economia e di creare posti di lavoro. Anche a livello europeo c'è bisogno di un cambio di passo, che rimetta al centro della politica i bisogni sociali delle persone e non più gli interessi economici e finanziari delle banche."

Roma, 22 gennaio 2014

Invia commento comment Commenti (1 inviato)

  • Inviato in data Domenico terrana, 08 Febbraio, 2014 11:33:09
    Non chiaro motivo decretolegge che secondo cinquestelle ha regalato 7,5 m alla banca d italia