Privacy Policy politicamentecorretto.com - On. Franco Laratta nel corso di un dibattito a Cosenza: Perché si alle preferenze!

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

On. Franco Laratta nel corso di un dibattito a Cosenza: Perché si alle preferenze!

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 


 


Secondo l'ex deputato Pd: "Della legge elettorale con preferenze si può dire tutto il male possibile, anche alla luce di quanto accade nelle regioni e nei comuni (dove i consiglieri vengono eletti con il sistema delle preferenze). Sappiamo bene che per 40 anni sono state causa di corruzione, infiltrazioni malavitose, spreco di risorse finanziarie. Hanno contribuito a creare forti sistemi di potere e allontanato i giovani dalle istituzioni e dalla politica".


Secondo Franco Laratta: "Per questi guasti, con un referendum popolare, le preferenze sono state cancellate a furor di popolo negli anni '90.


Eppure oggi sono chieste a gran voce: dall' 80% degli elettori, secondo un sondaggio Sky. Tutto questo perché la gente vuole tornare a scegliere, perché non ha mai accettato il modo indecente con cui sono state composte le liste dei parlamentari con il porcellum, perché ha voglia di contribuire ad un forte e reale cambiamento.


Io non sfiderei quest'ondata popolare che chiede a gran voce il ritorno delle preferenze. Perché si rischierebbe una imprevedibile protesta elettorale. Perché aumenterebbero ancora di più l'antipolitica e il qualunquismo.


Perché si rischia di eleggere un parlamento inviso alla maggioranza del corpo elettorale.  


Per tutto questo, meglio restituire ai cittadini il diritto-dovere di scegliere gli eletti in parlamento. Con 1-2-3 preferenze. Ma diamogli questo diritto." 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)