Privacy Policy politicamentecorretto.com - Napoli: Gennaro Capodanno invia un tweet a de Magistris

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Napoli: Gennaro Capodanno invia un tweet a de Magistris

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

“ Caro Sindaco le allego il link della petizione per la riapertura dell’Arcobaleno con oltre 700 firme http://tinyurl.com/Petizione-per-l-Arcobaleno

 

            “ Un risultato insperato, un vero e proprio boom, in meno di tre giorni la petizione online per chiedere la riapertura del cinema Arcobaleno al Vomero, chiuso dal 26 gennaio scorso, ha superato le 700 firme ed al ritmo attuale in poco tempo arriverà a superare anche le mille firme “. Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, promotore della petizione, esprime la sua soddisfazione mista a meraviglia per l’insperato ed immediato successo dell’iniziativa.

 

            “ Sapevo – afferma Capodanno - che i napoletani, ed i vomeresi in particolare, erano particolarmente legati a questa sala cinematografica, aperta circa 60 anni e che originariamente si chiamava “Stadio”, dal momento che nasceva in via Carelli nei pressi dello stadio Collana ma non speravo in una risposta così imponente ed immediata. Mi hanno colpito anche i numerosi commenti positivi all’iniziativa da parte di tante persone, anche napoletani che da tempo non vivono più in Città ma che ricordano con emozione il cinema dove hanno trascorso in gioventù tante belle serate “.

 

            “ Non sono pochi poi gli interventi che inquadrano il problema nell’ottica più generale della perdita di punti di riferimento e di aggregazione storici, con la preoccupazione di un’ulteriore desertificazione del quartiere collinare e della Città -  prosegue Capodanno -. Comunque è un coro unanime: questa sala cinematografia non deve scomparire e l’appello al primo cittadino è secco e netto, bisogna fare di tutto per farla riaprire in tempi rapidi “.

 

            “ Personalmente mi sono rimasti impressi, in occasione dell’ultimo spettacolo del 26 gennaio scorso, i volti dei dipendenti del cinema, sbigottiti per l’inaspettata decisione e preoccupati, nella consapevolezza di chi, dopo tanti anni di lavoro, si trova da un giorno all’altro a rimanerne privo, con la quasi matematica certezza di non riuscire a trovare un’altra occupazione – ricorda Capodanno -. Fu allora che, nell’esprimere all’intero staff la mia solidarietà e vicinanza, m’impegnai a dare battaglia in tutte le sedi competenti affinché l’antica sala cinematografica, una delle ultime rimaste dopo l’ecatombe degli anni precedenti, fosse riaperta “.

 

            “ Sono consapevole che ci troviamo solo all’inizio di un percorso difficile e complesso – prosegue Capodanno -. La posta è altissima e ci sono molteplici interessi in gioco non sempre collimanti tra i diversi attori di questa vicenda. Quello che è certo, come dimostra la mole dei sottoscrittori, è che i napoletani vogliono che la sala cinematografica in via Carelli riapra ed al più presto. In questa direzione si chiede l’immediato intervento operativo del primo cittadino del capoluogo partenopeo “.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)

Altre notizie