Privacy Policy politicamentecorretto.com - "Bisogna dare una svolta alla politica, in Italia ed in Europa". Garavini (PD) interviene sulle comunicazioni del premier in vista del Consiglio europeo

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

"Bisogna dare una svolta alla politica, in Italia ed in Europa". Garavini (PD) interviene sulle comunicazioni del premier in vista del Consiglio europeo

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

"Il piano di riforme preannunciato dal Presidente del Consiglio è espressione di un´Italia coraggiosa, capace di impressionare l’Europa". Lo ha detto Laura Garavini, componente dell'Ufficio di Presidenza del Gruppo PD alla Camera, intervenendo in aula sulle comunicazioni del Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, in vista del Consiglio Europeo di domani a Bruxelles.

 

"L'Italia può essere motore di una svolta politica, anche in Europa", ha proseguito la deputata precisando: "Non si può continuare a puntare solo sull’austerità. Bisogna mettere finalmente in atto politiche della crescita, degli investimenti e dello sviluppo, capaci di creare nuovo lavoro. Abbiamo bisogno di un grande Piano Marshall, volto a promuovere occupazione, soprattutto giovanile.

 

Bisogna investire in innovazione, in specializzazione professionale, in capitale umano.

Innanzitutto partendo dal rilancio dell'industria europea, in un'ottica di sviluppo ecocompatibile. Perché competitività industriale, politiche ambientali e politiche energetiche possono andare di pari passo. Non devono essere per forza di cose in conflitto tra loro, anzi, possono essere complementari, e contribuire fortemente alla crescita economica e alla creazione di posti di lavoro, nel rispetto dell'ambiente.

 

Particolare attenzione va riservata al risparmio energetico, alle nuove tecnologie, alla green economy, ai settori industriali strategici, alla ricerca e all'innovazione", ha aggiunto la parlamentare PD, concludendo: "Va potenziata inoltre la rete infrastrutturale, sottraendo interi territori da un isolamento non solo geografico, ma anche socio-economico".

 

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)