Privacy Policy politicamentecorretto.com - Immorali gli stipendi da favola in una società piena di poveri

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Immorali gli stipendi da favola in una società piena di poveri

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 Mauro Moretti, che prende 850mila euro l’anno, è contrario (ma guarda un po’!) al taglio agli stipendi dei manager voluto da Matteo Renzi. E Fabrizio Barca, uomo di sinistra, gli dà ragione. E il motivo lo ha ben spiegato Mauro Moretti: "Una cosa è stare sul mercato, una cosa è una scelta politica. Lo Stato può fare quello che desidera, sconterà che una buona parte di manager vada via. Questo lo deve mettere in conto...  la logica secondo cui uno che gestisce un'impresa che fattura quanto vi ho detto deve stare al di sotto del presidente della Repubblica è una cosa sbagliata.... ". Lo stesso motivo addotto da Barca, uomo di sinistra, durante la trasmissione Otto e mezzo su La7: i manager passerebbero nel settore privato. E allora? Morto un papa se ne fa un altro. Ma perché non si entra nel merito del questione? E’ forse cosa giusta, morale, che alcuni cittadini percepiscano stipendi da favola,  in una società dove esistono quasi cinque milioni di persone in povertà assoluta, dove una famiglia su quattro è in grave disagio economico? Non dovrebbero perlomeno sentirsi in imbarazzo questi manager, specialmente se cristiani?

Elisa Merlo

Invia commento comment Commenti (0 inviato)