Privacy Policy politicamentecorretto.com - Vomero: abbattuto un altro platano in via Scarlatti

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Vomero: abbattuto un altro platano in via Scarlatti

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

         Non si è ancora spenta l’eco del platano abbatto in piazza Vanvitelli per il quale Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, ha creato sul social network Facebook un evento dal titolo: “Napoli: il giallo del platano ucciso in piazza Vanvitelli al Vomero “,  attraverso il quale si chiede alle autorità competenti di aprire un’indagine per conoscere i motivi per i quali l’albero secolare, che non manifestava apparentemente segni di malattia, è stato reciso e chi ha assunto una tale decisione, che stamani un altro platano ultracentenario posto in via Scarlatti nei pressi dell’incrocio con via Alvino, è stato segato “.

            “ Si tratta di un platano che da tempo immemore manifestava un grave problema alla base, con una grossa carie generata presumibilmente da una delle tante patologie, non curate, alle quali sono soggette queste piante, come il famigerato cancro colorato – afferma Capodanno -. Peraltro nel quartiere ci sono molti alberi della stessa specie che manifestano questo tipo di problema “.

            “ Il 25 giugno dell’anno scorso, dopo la drammatica caduta del pino in via Aniello Falcone, quest’albero come altri fu sottoposto agli opportuni accertamenti anche presumibilmente per verificarne la stabilità – continua Capodanno -. Nell’occasione un tratto di via Scarlatti fu pure transennato ed interdetto al transito pedonale in attesa degli esiti “.

            “ Da allora non si era saputo più niente – puntualizza Capodanno -. Oggi l’amara sorpresa dopo che l’albero secolare è stato abbattuto, lasciando in sede il solo ceppo, sicché come per altre essenze eliminate, non sarà possibile sostituirlo, dal momento che restano in sede la base e le radici, depauperando così il già scarno patrimonio arboreo del quartiere collinare “.

            “ In questo caso – precisa Capodanno – a differenza del platano di piazza Vanvitelli la pianta era afflitta da un problema che aveva palesemente intaccato la base. Non so però, e a questa domanda si potrebbe rispondere solo conoscendo gli esiti degli accertamenti effettuati nei mesi scorsi, se si potevano mettere in campo attività che potevano consentire di salvarlo. Suppongo che gli uffici preposti abbiano fatto un tale tipo di valutazione “.

            “ Resta il dato che oramai sono tantissime le alberature stradali che sono scomparse dalle vie e dalle piazze del quartiere collinare, un tempo noto anche per la presenza dei platani secolari – ricorda Capodanno -. Tante le fonti d’albero vuote ma anche tante le fonti occupate dalle radici e dai ceppi lasciati in sede, che peraltro potrebbero costituire anche un pericolo “.

            Capodanno lancia ancora una volta un appello affinché si provveda in tempi brevi  da un lato alla necessaria manutenzione delle alberature ancora esistenti in modo da intervenire per tempo al presentarsi di eventuali patologie, a partire dalla necessaria potatura, da effettuarsi nei tempi e con le modalità prescritte, e che fino ad oggi ha interessato solo alcune strade del Vomero, dall’altro lato a piantumare nuove essenze, previa ovviamente eliminazione dei ceppi e delle radici di quelle recise, nelle numerose fonti d’albero vuote.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)