Privacy Policy politicamentecorretto.com - APERTE LE SELEZIONI PER IL BITONTO ART FESTIVAL

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

APERTE LE SELEZIONI PER IL BITONTO ART FESTIVAL

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

C’è tempo sino al 3 di settembre per candidarsi alla kermesse. Partecipa anche tu!

 

 

 

Dalle arti visive alle arti applicate: il 12 e il 13 settembre Bitonto sarà l’incontro dell’arte contemporanea locale.
Bitonto Art Festival unisce la creatività bitontina e dei dintorni, attraverso le parole dell’arte. Per riuscire a comprendere a che punto sia Bitonto, e verso dove è diretta.
L’evento è organizzato dall’associazione culturale Sole, patrocinato dagli Assessorati alle Politiche Giovanili, al Turismo, ai Grandi Eventi; alla Cultura; alle Politiche Sociali; e vanta la partnership della webtv Bitontotv.it, del quotidiano Il Levante e del service Power Sound.
Palazzo di Città trabocca di forme, colori ed immagini in movimento, la serata del 12 settembre: pittura, scultura, fotografia, fumetto, performance teatrali e cinematografiche, mentre le esibizioni musicali, il 13, occuperanno il Parco Baden Powell. La musica degli ZED, de La combriccola di Vasco, di Emilio Garofalo e i Medina, e di altre band emergenti faranno da sfondo all’estemporanea di un gruppo di writers.
Il tema di questa prima edizione è quello che da sempre affascina l’uomo: Eros, uno stimolo alla ricerca della sensualità e della passione nella delicatezza e nella grazia di linee, immagini e corporeità. Dall’inno alla fertilità delle statuette paleolitiche, alle curve morbide di Ingrès, dai dettagli scomodi di Courbet ai sonagli metafisici di Magritte, dagli amplessi onirici di Klimt alle pulsioni scomposte delle damoiselles di Picasso, la lettura della fisicità e dell’erotismo ha sempre dato un’ispirazione viscerale alla composizione visiva. L’idea è quella di mettere a confronto idee e punti di vista diversi sul tema che da sempre è fonte di sostegno ed ispirazione dell’arte. La ricerca dell’emozionalità, l’esigenza della fisicità, l’urgenza della sensualità.
Tutti gli artisti, bitontini e non sono chiamati dunque a presentare le loro opere, idee, intuizioni, entro il 3 settembre.
Aveva ragione Picasso, per il quale “L’arte non è mai casta”. Bitonto Art Festival incomincia da qui, dal momento in cui la passione dell’eros si unisce alla bellezza formale dell’arte.

INFO: www.bitontoartfestival.org

Invia commento comment Commenti (0 inviato)