Privacy Policy politicamentecorretto.com - Garavini (PD): “Il nostro ambasciatore a Montecarlo chiarisca” Perchè riceveva un condannato per mafia alla Festa della Repubblica?

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Garavini (PD): “Il nostro ambasciatore a Montecarlo chiarisca” Perchè riceveva un condannato per mafia alla Festa della Repubblica?

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

“In occasione dell'inchiesta che ha portato all'arresto dell'ex Ministro agli Interni Scajola, sui giornali italiani sono apparse delle foto che ritraggono l'ex parlamentare di Forza Italia, Amedeo Matacena, condannato per mafia, presso l'Ambasciata italiana del Principato di Monaco alla Festa della Repubblica del 2 giugno 2011, ospite dell'Ambasciatore, ancora in carica, Morabito. All'epoca dei fatti Matacena non rivestiva cariche pubbliche ed era già sotto processo per mafia, dopo una condanna, somministratagli nel 2004. Nel frattempo Amedeo Matacena è stato condannato in via definitiva per concorso esterno in associazione mafiosa ed è attualmente latitante a Dubai. Mi chiedo se sia possibile che l'Ambasciatore Morabito, lui stesso di origini calabresi, non fosse a conoscenza di queste vicende". Lo dichiara Laura Garavini, componente della Commissione Antimafia e dell'Ufficio di Presidenza del Gruppo Pd alla Camera, in relazione all'interrogazione parlamentare da lei presentata alla Ministro degli Esteri, Federica Mogherini.

 

"L’Italia non può venire rappresentata all’estero da chi offre ospitalità a mafiosi", ha concluso la Garavini: "Va verificato se non sussistano le premesse per rimuovere l’ambasciatore dalla sua attuale carica.”

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)