Privacy Policy politicamentecorretto.com - FESTA A BUENOS AIRES PER GLI 81 ANNI DELL’ASSOCIAZIONE CALABRESE

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

FESTA A BUENOS AIRES PER GLI 81 ANNI DELL’ASSOCIAZIONE CALABRESE

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

Pubblico delle grandi occasione, sabato scorso a Buenos Aires, per la festa organizzata in occasione dell’81° compleanno dell’Associazione Calabrese presieduta da Irma Rizzuti. A raccontare della festa è Cristian V. Macri che sul settimanale L’eco d’Italia, diretto da Alessandro Cario, descrive un salone addobbato a festa, una cena squisita gustata da tante persone giunte nella capitale argentina per festeggiare la storica associazione. Tra loro anche Ricardo Merlo, deputato dell’Aisa eletto in Sud America, il Vicepresidente della Consulta per la Regione Calabria, Giuseppe Tucci, il Direttore Generale delle Relazioni Istituzionali e Collettività del Governo della Città, Claudio Abruj, rappresentanti di Comites e Cgie come Darío Signorini e Maria Rosa Arona, la Presidente della FEDIBA, Pina Mainieri, il Presiedente dell’Unione e Benevolenza, Francesco Varrá, l’ex Presidente dell’associazione Calabresa e della stesa Unione e Benevolenza, Jorge Aloi, il capo della Commisaria n. 10º Edgardo Ramis e i Direttori dei C.G.P Nº 5 y 6 Marcello Bouzas e Marcello Iambrich.
Una festa, scrive Macri, partecipata e allegra che ha commosso, ma anche riempito d’orgoglio la presidente Rizzuti e il suo vice Antonio Ferraiuolo. Una festa che è stata anche occasione per richiamare l’importanza di un maggior collegamento tra i calabresi d’Argentina e la Regione

Invia commento comment Commenti (0 inviato)