Privacy Policy politicamentecorretto.com - I senerchiesi di Nizza hanno festeggiato San Michele. Maria Salamone ha letto una sua poesia

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

I senerchiesi di Nizza hanno festeggiato San Michele. Maria Salamone ha letto una sua poesia

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

Fede, tradizione, nostalgia e… poesia! Questi sono stati gli ingredienti che hanno unito t, come ogni anno, i membri dell’Associazione Saint Michel di Nizza, che hanno organizzato una festa per onorare San Michele, Patrono del loro paese d’origine Senerchia che si trova in provincia di Avellino.

La cerimonia religiosa si è tenuta presso la chiesa di S. Agostino ed è stata celebrata dal nuovo Vescovo di Sanremo e Ventimiglia, Mons. Antonio Suetta, le cui parole, hanno lasciato un bel ricordo nel cuore di tutti gli italiani residenti in Costa Azzurra. Durante la funzione religiosa il Vescovo è stato assistito da due preti italiani che svolgono il loro apostolato a Nizza: Don Federico Andreoletti e Don Angelo Fantozzi. 

Ai festeggiamenti ha partecipato anche il sindaco di Senerchia, Beniamino Grillo, che è stato accolto con grande calore da Antonio Gentilella, presidente dell’Associazione Saint Michel e da tutti i senerchesi di Nizza.

A fine messa è intervenuto il presidente Gentilella, il quale ha invitato la  poetessa Maria Salamone  che ha letto in francese la sua poesia, scritta per l’occasione, «Au nom de la foi à San Michele» letta anche in italiano dalla giovane Beatrice Eula-Fantozzi.  Poesia che pubblichiamo qui di seguito-

In nome della fede a San Michele.

Fra i sentimenti, i ricordi / tutte le cose belle custodite nel cuore / la fede è sicuramente fra le più preziose / come stella ci guida, ci illumina / dà sollievo nel dolore… / E’ fede in San Michele / che guida gli abitanti di Senerchia  / che da millenni, con animo fedele /  festeggiano per il mondo il santo patrono. Come tutti gli anni a maggio / nel cuore della primavera / qual bocciolo di rosa / la fede in cuor rifiorisce / mentre nell’animo s’accende una preghiera. / Alla forza delle braccia / e del fervore che nel cuore sfavilla / i senerchesi di Nizza / guidati dal presidente Antonio Gentilella / per strade e vicoli portano San Michele in processione / rendendo a «Nissa la bella » / la ricchezza e il fascino delle antiche tradizioni / condivisi dai passanti i quali / come per i vespri a prima sera / fanno un segno di croce, una preghiera… / In questo periodo di crisi, di desolazione / dove ci si lascia prendere da dubbi e disperazione / come i figli di Senerchia, de France et de Navarre / ti preghiamo San Michele / affinché il tuo coraggio, la tua forza, la tua combattività… / mai abbandonino il cuore degli uomini / il cuore dell’umanità…

Il presidente Gentilella ha quindi rivolto un saluto alle autorità italiane e francesi presenti e alla comunità italiana di Nizza. A loro volta, esprimendo i loro saluti, sono intervenuti il Vescovo Antonio Suetta, il Sindaco di Senerchia Beniamino Grillo, il Console Generale d’Italia Serena Lippi, e i rappresentanti del Sindaco di Nizza Christian Estrosi e del Presidente del Consiglio Regionale Eric Ciotti.

Come nelle antiche tradizioni popolari, la statua di San Michele è stata portata in processione per le vie di Nizza con seguito il Vescovo, i sacerdoti, i fedeli e la banda musicale di Vallebona (IM).

Tra i fedeli da ricordare la presenza del Cav. Uff. Giulio Serpollini (Presidente dell’Associazione Nazionale Carabinieri Sezione di Ventimiglia), Enrico Musella (Presidente Commiste di Nizza) e di Paolo Celi (residente Associazione Amitti France-Itali).

Nella foto un momento della festa. La poetessa Maria Salamone è accanto al Vescovo.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)

Altre notizie