Privacy Policy politicamentecorretto.com - SCUOLA:PER 5 ANNI NO A NUOVI INSEGNANTI. E' L'UNICA COSA CERTA

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

SCUOLA:PER 5 ANNI NO A NUOVI INSEGNANTI. E' L'UNICA COSA CERTA

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

Sen. Antonio Rusconi, capogruppo Pd in commissione Istruzione


La Gelmini pensa di migliorare scuola italiana tagliando risorse?

 

“Ogni giorno il Ministro Gelmini ci riserva una sorpresa per la scuola italiana: nel Consiglio dei Ministri ecco il preannunciato ritorno alla bocciatura per il voto in condotta e dei voti al posto dei giudizi. Niente in contrario sulla serietà nella scuola italiana, d’altra parte fu il Ministro Fioroni a riportare le commissioni miste alla maturità contro il facile passaporto dell’esame Moratti con 20.000 privatisti premiati ogni anno e a dare inizio alla lotta contro le varie forme di bullismo.
Ma l’impressione vera è che ogni giorno il Ministro parli della pagliuzza per farci dimenticare la trave della legge n. 133, conversione del D.L. 112: 8 miliardi di euro di tagli alla scuola italiana, garantiti dalla clausola di salvaguardia, 147.000 posti in organico in meno, bloccate le SSIS, continue umiliazioni alle classe insegnante , tanto da far dire all’agenzia vaticana SIR “basta fango sui docenti italiani”, l’unica cosa certa è che per 5 anni non entrerà più un giovane nella scuola italiana.
Perché non ci parla di questo il Ministro Gelmini?
E un dubbio amletico ci tormenta inseguendo tutte queste dichiarazioni del Ministro: il Ministro Bossi si lamenta dei troppi insegnanti meridionali al Nord e la Gelmini ci spiega  che  grazie a questi insegnanti le scuole al Nord funzionano meglio. Almeno su questo si mettano d’accordo”.

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)

Altre notizie