Privacy Policy politicamentecorretto.com - FESTA DELLA REPUBBLICA A ESSLINGEN - CARUSO (PI): UN EVENTO RIUSCITO

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

FESTA DELLA REPUBBLICA A ESSLINGEN - CARUSO (PI): UN EVENTO RIUSCITO

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

“La Festa della Repubblica quest’anno è stata all’insegna dell’integrazione” – così inizia Mario Caruso, deputato eletto nella circoscrizione Estero e tra i fondatori del gruppo Popolari per l’Italia, quando parla della due giorni organizzata a Esslingen am Neckar per celebrare la Repubblica Italiana.

“Con il Console Generale di Stoccarda, Francesco Catania, abbiamo da subito pensato che fosse arrivato il momento di uscire dal palazzo del Consolato e anche da Stoccarda, optando per la piazza al centro del bellissimo borgo del Baden-Württemberg”.

L’organizzazione dell’evento ha coinvolto personalità del luogo, da tempo radicate nel territorio, ma anche artisti provenienti dalla lontana Sicilia. L’apertura è stata affidata al gruppo di sbandieratori “la Corte d’Aragona”, che ha lasciato poi lo spazio per gli interventi istituzionali delle rappresentanze italiane e tedesche, non prima di aver ascoltato i rispettivi inni nazionali. Erano presenti Il console Generale di Stoccarda Francesco Catania, il sindaco di Esslingen Jürgen Zieger, il Sottosegretario alla Difesa tedesco Markus Grübel, il Sottosegretario alla difesa italiano Domenico Rossi, i deputati Rocco Buttiglione e Mario Caruso. “È stato un grande onore per me – spiega Caruso – condividere il palco con queste figure di così alto profilo e di grande sensibilità. Hanno saputo rappresentare e  mettere in evidenza il forte legame di amicizia tra l’Italia e la Germania”.

Nella Rathausplatz di Esslingen, i connazionali presenti alla festa, ma anche i tedeschi che hanno voluto condividere questo momento italiano di celebrazione, hanno assistito all’esibizione del gruppo musicale “Dolcevita”, il gruppo folkloristico “Stelle del Sud”, allo spettacolo di musica e moda del gruppo “Fashion Sicily – Made in Naro”, i cantanti Giacomo Iraci Sareri, Enzo d’Eugenio, Marco Koch, Aurora Russo, il gruppo Gospel “Harlem Praise Family” e i “Pumos”. Durante tutta la manifestazione stand posizionati lungo tutta la piazza hanno fornito prodotti enogastronomici made in Italy.

“Abbiamo dimostrato che con poche risorse ma con tanto cuore si possono fare grandi cose. A volte è sufficiente impegnarsi, lavorare con serietà e umiltà. Spero che il messaggio sia arrivato. In fondo quello che si voleva ottenere – conclude Caruso – era festeggiare tutti insieme la nostra Repubblica e ci siamo riusciti.”

In merito alle polemiche che ancora aleggiano su questo evento Caruso replica “Credevo di aver già chiarito che il CTIM non ha avuto alcun ruolo nell’organizzazione della Festa. Mi rattrista che ci si continui a soffermare  su queste dicerie, perdendo di vista l’esito positivo che l’evento ha registrato. Una sola considerazione– ha continuato Caruso – mi preme fare: al momento di coinvolgere chi desiderasse farlo, nella preparazione della due giorni, il Consolato Generale di Stoccarda si è preoccupato di contattare l’intera società civile. E con intera, intendo tutti. Mi sembra sia evidente che molti non abbiano colto l’invito e abbiano preferito rimanere in disparte, pronti a criticare a evento concluso. Niente di nuovo sotto il sole, quindi.”

“Vorrei fare una precisazione sul CTIM. Il Comitato Tricolore opera sul territorio nazionale e internazionale da oltre 40 anni, da sempre vicino alla comunità italiana e alle sue criticità. Il mondo dell’associazionismo e gli italiani all’estero hanno sempre ammesso in maniera trasversale il suo ruolo di rilevanza. Che si smetta di associarlo a qualcosa di oscuro e negativo, inorridendo solo a nominarlo. È ridicolo” – ha concluso Caruso.

 

Ufficio Stampa On. Mario Caruso
Camera dei Deputati
Palazzo Montecitorio
00186 Roma
Tel. 06 6760 6890/6893
Fax 06 6760 6673
ufficiostampa.caruso@camera.it
 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)