Privacy Policy politicamentecorretto.com - XXIII Charter Night Lions Club Massafra-Mottola “Le Cripte”. Cerimonia Passaggio Consegne da Michele Libraro a Irma Rospo

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

XXIII Charter Night Lions Club Massafra-Mottola “Le Cripte”. Cerimonia Passaggio Consegne da Michele Libraro a Irma Rospo

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

 

Nei giorni scorsi grande festa del Lions Club Massafra-Mottola “Le Cripte” presso l’Appia Palace Hotel per la celebrazione della XXIII Charter Night e della cerimonia del Passaggio Consegne dal presidente Michele Libraro al nuovo presidente Irma Rospo.

La manifestazione, alla qual è intervenuto il governatore del Distretto 108/AB Giovanni Ostuni, è iniziata con il consueto tocco di campana. Il presidente uscente Michele Libraro ha illustrato sinteticamente, con l’ausilio di un video, “Un anno da sogno come un crescendo Rossiniano” vissuto dal Lions Club Massafra Mottola “Le Cripte” nell’anno sociale 2013/2014 con numerosi e importanti Service, nel rispetto della propria identità storica e dell’ideale del “servizio”, e tanti appuntamenti di altissimo impatto sul territorio e di grande rilevanza culturale che hanno portato (come ha ben sottolineato Libraro) il Lionismo tra la gente. Appuntamenti che si sono susseguiti, iniziando dal Service “Borsa di studio al Concorso Giovani Chitarristi” di Mottola del 14 luglio 2013, all’ultimo Service del 18 giugno 2014 “Restauro Fondo Antico Librario Cappuccini” presso l’Antica Chiesa Madre di Massafra. Questi appuntamenti sono stati preceduti (ne citiamo alcuni) dal Service della Zona 11 “Un Compact Disc per i Giovani”, dall’evento Interclub “Lions Folk Fest”, alle magnifiche Giornate Fai di Primavera, ad alcuni concerti, al “Percorso salute” in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Mottola con testimonial la marciatrice Antonella Palmisano. E’ stato proprio un “crescendo Rossiniano” che ha avvinto tutti con i bellissimi viaggi a Verona e dintorni, in Montenegro, alle divertenti e socializzanti domeniche a Irsina e a Mesagne, al “Concerto dell’Alba”, alle frizzanti tappe di “Architettura del Gusto” che hanno visto tutti brindare con le eccezionali birre messe a disposizione dall’Azienda Heineken in un singolare viaggio alla scoperta della birra in cucina. Il presidente Libraro ha evidenziato anche l’interazione costante con i giovani del Leo Club, connubio “esplosivo” Leo-Lions, e la collaborazione di tutti alla realizzazione delle attività, ricordando di aver colto negli occhi di tutti la felicità, “formula magica”, che gli ha consentito di trascorrere insieme con tutti, proprio come un crescendo rossiniano, “…un anno sociale da sogno”. Ringraziamenti e commozioni. Particolare il ringraziamento rivolto alla moglie che gli è stata sempre accanto. Commozioni che sono seguite con il ricordo di due Maestri di vita che ci hanno lasciati: il Preside Luigi Convertino e il Prof. Nicola Andreace.

Si sono susseguite quindi le premiazioni del Comitato Soci anno sociale 2013/2014 dal Presidente Maria D’Onghia al Vice Presidente Antonio Altamura, al membro Piero Posa. E poi ai Revisori dei Conti (Presidente Paolo Quarato), Antonio Quarto e Rocco Termite. Premiati tutti quelli che hanno svolto incarichi speciali: rapporti con la stampa Felice Chincha e Annalisa Turi; addetto alle tecnologie Antonio Mappa; sito web Loris Rossi, Antonio Losito, Luigi Serio, Irene L’olisci; delegato alla Consulta delle Associazioni di Massafra Onofrio Rota; delegati ai “Club delle Gravine” Massimo Scarinci, Antonio Acerbino e Mina Castronovo. Premi ricordo anche al Comitato Service con Presidente Diego Ludovico, Segretario del Comitato Paolo Quarato, Segretario del Club Paolo Rescina, Tesoriere Comitato Salvatore Marchionna, Tesoriere del Club Lucio Padalino; a Gennaro Leogrande, Emmanuele La Tanza, Loris Rossi; al consulente legale Vincenzo Stellaccio e al consulente tributario Rocco Termite.

Premio ricordo anche al Leo Club (Presidente Annalisa Turi, Past Presidente Luigi Serio, 1° Presidente Erika Grillo; 2° Vice Presidente Elvia Quarato, Segretario Luigi Serio, Tesoriere Stefania Tamburrano, Cerimoniere Sabrina Santovito; censore Francesca Martucci, consigliere Domenico Pizzutilo; addetto telematico Luigi Serio, Revisore dei Conti Livia Quarato). Ringraziamenti ed applausi,  ed il saluto di “benvenuti” ai due nuovi soci, Giovanni Tisci e Giuditta Giovinazzi, rispettivamente presentati da Marisa Catucci e da Maria D’Onghia. Il Lions al completo ha a sua volta donato un premio ricordo al presidente Michele Libraro, felice e commosso più che mai.

Un ringraziamento è stato rivolto anche al presidente dell’UPGI Carla Gallo e al presidente del Circolo Filatelico Rospo Nino Bellinvia.

Momento clou della serata, la cerimonia del passaggio di consegna del testimone da Michele Libraro a Irma Rospo. Cambio anche dei cerimonieri: a Gianna Lo Gatto è subentrata Rossella Tagliente.

Primo emozionante tocco di campana del presidente Irma Rospo e, quindi, la presentazione del suo programma per l’anno sociale 2014-2015. Un programma che ha subito suscitato grande interesse. “…un comportamento improntato sempre ad una grande discrezione e ad un profondo rispetto per gli altri…” con queste parole il mio Preside Luigi Convertino mi introduceva nel Club Lion di Massafra- Mottola “Le Cripte”. Sono ste le sue prime parole. Ha quindi evidenziato che, tenendo fede a quanto dal prof. Covertino detto sulla sua persona e attenendosi perfettamente al Codice Laionistico, si è accinta a prendere la presidenza del Lions Club Massafra-Mottola “Le Cripte”, ritenendo questa associazione come una grande famiglia “…e pertanto, poiché non voglio che nessun legame affettivo sia perso, chiederò al direttivo di continuare a mantenere attivi gli indirizzi di quei soci, che dolorosamente ci hanno lasciati, affinché i loro famigliari siano direttamente informati e coinvolti in  ogni iniziativa ed attività che il Club intraprende. Farò si che quel legame che vige tra i soci amici dei Lions che s’incontrano per discutere di argomenti importanti, condividere le loro idee e rinnovare le amicizie per formare nuovi legami non venga mai interrotto.

Noi Lions consapevoli dell’importanza ed urgenza dei bisogni (ha continuato) cerchiamo di fare del nostro meglio nell’individuare ogni anno service efficaci, contenti alla fine di poter contribuire, anche in piccola parte, al benessere comune.

Considerando la mia provenienza dal mondo associazionistico per avere per dieci anni guidato l’Unitalsi diocesana, la mia prima attenzione sarà rivolta ai bisogni delle persone più fragili, dai bambini agli anziani in difficoltà e troppo spesso dimenticati; progetti che sappiano valorizzare le nostre risorse umane e finanziarie.

Proposte utili che si trasformano in progetti concreti per il bene degli altri, per il bene della comunità. E “fare del bene in maniera concreta, promuovendo iniziative a scopo umanitario, sociale, culturale o sanitario, non è per nulla scontato, soprattutto in un periodo come quello che stiamo vivendo. I lions sono la dimostrazione di come quando si uniscono testa, cuore e anima, l’uomo sappia fare cose meravigliose. Sensibilità, solidarietà, generosità al servizio di chi è meno fortunato.

Sarebbe bella la realizzazione di un centro di servizi per le persone bisognose del nostro territorio. Sappiamo che a Monopoli è stato realizzato un centro di questo tipo dal nostro Governatore Giovanni Ostuni; chiederemo a lui di guidarci e ad altre associazioni di Massafra di accompagnarci in questo percorso.

Ha proseguito diche che “anche i Lions sono chiamati a partecipare all’Expo 2015 che si focalizzerà sui temi della qualità e della sicurezza alimentare, dell’educazione e l’adozione di stili di vita salutari, della salvaguardia delle tradizioni.  Quale migliore occasione, ricordare quale grande beneficio è la dieta mediterranea per il futuro e per la sopravvivenza dei popoli. Le iniziative di educazione alimentare rivolte ai bambini e ai giovani per l’adozione di comportamenti di vita salutari.  Allora a pranzo con arte: Indagine sull’alimentazione dei bambini da effettuarsi nelle scuole primarie con medici, esperti dell'alimentazione per concludere con una manifestazione in cui un critico d’arte ci parli del Cibo nell’arte. E ancora “percorso archeologico sulla Via dei Greci da Taranto per Massafra con visita al nostro museo della chora, (uno dei tanti service del nostro club), per giungere poi a Reggio Calabria.

Grande attenzione ai nostri Leo con SCAMBI GIOVANILI per consentire di conoscere altre culture aiutandoli a viaggiare all’estero.

Ovviamente saranno sempre presenti alla nostra attenzione i Temi nazionali e distrettuali.

So di essere stata chiamata a guidare un Club prestigioso; sono fiduciosa di riuscire in questo impegno perché certa della capacità e della volontà dei nostri soci.

Vorrei concludere con una frase di Santa Teresa di Gesù Bambino (ha detto infine).   Il mio modo speciale è quello di essere gioiosa, di sorridere sempre, sia quando cado che quando ottengo una vittoria. Quando non capisco niente degli avvenimenti, sorrido e dico grazie”.

E’ intervenuto il governatore del Distretto 108/AB Giovanni Ostuni che, ha giudicato, con certezza il Lions Club Massafra-Mottola “Le Cripte” il migliore di tutto il Distretto. Coinvolgente la sua commozione quando ha ricordato (come aveva già fatto Michele Libraro) gli “amici” scomparsi il Preside Luigi Convertino e Prof. Nicola Andreace.

Il sindaco di Mottola Luigi Pinto, il presidente del Consiglio Comunale di Massafra Giandomenico Pilolli e il prof. Cosimo Damiano Fonseca, Accademico dei Lincei (socio onorario dei Lions) hanno tenuto pregevoli interventi. Non è mancato il loro elogio all’attività svolta dal Lions Club (ed anche del Leo Club). Ognuno di loro, ha anche promesso continuità di collaborazione. Sinceri i loro complimentati al presidente uscente Michele Libraro e al presidente entrante Irma Rospo, della quale hanno subito apprezzato gli intendimenti di fare del bene in maniera concreta con la promozione di iniziative a scopo umanitario, sociale, culturale e sanitario.

Buon lavoro è stato augurato da tutti a Irma Rospo, commossa a sua volta, che, dopo i ringraziamenti, ha presentato il consiglio direttivo che collaborerà con lei in questo nuovo anno sociale. Lo ricordiamo: 1^ Vice Presidente Massimo Scarinci, 2^ Vice Presidente Raffaele Rescina, segretario Paolo Quarato, tesoriere Francesco D’Ambrosio, cerimoniere Rossella Tagliente, censore Antonio Mappa; i consiglieri: Marisa Catucci, Antonio Losito, Felice Chianca, Loris Rossi, Rosaria Latorraca, Angela Caroli, Antonio Laghezza; il comitato Leo advisor Gianna Logatto, il comitato soci con Antonio Altamura. E infine gli incaricati ai rapporti con la stampa, ovvero Diego Ludovico e Annalisa Turi.

Complimenti, applausi e poi, il via alla cena conviviale con l’immancabile torta che riportava al centro il “logos” rappresentativo del “Lions Club”, un’opera iconografica della civiltà rupestre, San Giorgio, nelle cui virtù s'identifica l’impegno sociale-culturale, sotto il motto “Aiutare oggi, servire sempre”.

Nella foto di Luigi Serio: il nuovo direttivo per l’anno sociale 2014/2015 con il governatore del Distretto 108 AB. Da destra: Michele Libraro (past presidente), Irma Rospo (presidente), e Giovanni Ostuni (governatore). In piedi, invece: Massimo Scarinci (1^ Vice Presidente), Paolo Quarato (segretario), Raffaele Rescina (2^ Vice Presidente) e Francesco D’Ambrosio (tesoriere).

Invia commento comment Commenti (0 inviato)