Privacy Policy politicamentecorretto.com - LA MARCA (PD): RINNOVARE IL SISTEMA DI PROMOZIONE DELL’ITALIA ALL’ESTERO E DIALOGARE COSTRUTTIVAMENTE CON LE NOSTRE COMUNITA’

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

LA MARCA (PD): RINNOVARE IL SISTEMA DI PROMOZIONE DELL’ITALIA ALL’ESTERO E DIALOGARE COSTRUTTIVAMENTE CON LE NOSTRE COMUNITA’

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

L’on. Francesca La Marca è intervenuta nel convegno “Una promozione diversa per un’Italia diversa”, svoltosi alla Camera per iniziativa del Comitato per gli italiani nel mondo e per la promozione del Sistema Paese, presieduto dall’on. Fabio Porta, in collaborazione con AssoCamerEstero


“Si dice spesso che la funzione degli eletti all’estero nel Parlamento italiano – ha esordito l’on. La Marca - dovrebbe essere quella di aprire delle finestre di conoscenza sul mondo e di favorire una comparazione tra la situazione dell’Italia e quella di altre realtà che con essa competono a livello globale. Vorrei cercare di collocarmi in quest’ottica e portare alcuni spunti di riflessione con riferimento all’evoluzione che l’economia del Canada,, con l’intento di dimostrare che un sistema integrato di attrazione degli investimenti come quello canadese possa presentare motivi di interesse anche per noi”.

Dopo avere ricordato che la crisi ha inciso anche sugli investimenti canadesi, calati di un quinto negli ultimi anni, La Marca ha sottolineato che comunque il paese nordamericano ha manifestato una crescita stabile e un aumento degli investimenti all’interno e all’estero. Se nell’ultimo anno gli investimenti canadesi a livello globale sono cresciuti di quasi il 10% (ma in Europa del 16%!), in Italia le imprese canadesi, però, hanno investito nel 2013 solo 487 milioni, in aumento del 18% rispetto all’anno precedente, ma ancora molto al disotto dei livelli pre-crisi.

“Il Canada – ha proseguito l’on. La Marca – si è misurato con la crisi non chiudendo le barriere all’immigrazione, ma continuando la sua politica di importazione di capitale umano, elemento fondamentale di produttività nella storia canadese”.

Riguardo al sistema di promozione degli investimenti, l’esperienza canadese presenta elementi di efficienza che possono offrire motivi di riflessione anche per noi, particolarmente interessati all’attività delle piccole e medie aziende, che richiedono un tessuto di enti e persone qualificati in grado di consigliare e fornire quella conoscenza , quell’esperienza e quell’appoggio finanziario e fiscale, che per loro è vitale.

“In una città come Toronto – ha proseguito l’onorevole - l’azienda che viene a informarsi per avviare un’attività in loco può incontrare diversi attori che lo consigliano e lo informano sulle opportunità d’investimento. Tutti questi soggetti lavorano di comune accordo nell’ambito della loro giurisdizione. Le ambasciate canadesi, poi, spesso fungono da primo contatto indirizzando l’investitore verso certe zone o verso certe organizzazioni che in loco forniranno l’esperto del sistema fiscale, della situazione immobiliare, di pratiche d’immigrazione, di movimenti finanziari, e così via. Per attrarre gli investimenti, è necessario fare dunque un serio lavoro di bonifica e di realizzazione di precondizioni di sostegno per gli investitori. I tempi sono brevi dal momento che l’accordo CETA di libero scambio tra Canada ed Europa potrebbe fornire una grande opportunità per gli investimenti tra i due versanti e l’Italia deve prepararsi a giocare un ruolo di primo piano non solo a livello esplorativo ma di attrazione d’investimenti”.

Sul secondo aspetto oggetto del convegno – il ruolo delle comunità italiane all’estero nella promozione del Paese – l’on. La Marca ha ricordato di avere presentato, assieme ai colleghi del PD eletti all’estero, un emendamento volto a coinvolgere le comunità e le loro rappresentanze nei programmi e nelle azioni pubbliche di promozione all’estero.

“Quell’emendamento è stato approvato ed è diventato legge”, ha concluso La Marca. “Non ne parlo in termini formali, come un obbligo o come un laccio ulteriore da porre agli interventi di internazionalizzazione, ma come un’opportunità da cogliere per finalizzare le energie presenti nelle nostre comunità allo sviluppo delle relazioni economiche con l’Italia”.


 

 

 

 


On./Hon. Francesca La Marca
Circoscrizione Estero, Ripartizione Nord e Centro America
Electoral College North and Central America
Via Poli 13, 00187 Roma
Tel. +39 06 6760 5703
Fax +39 06 6760 5005
lamarca_f@camera.it
www.francescalamarca.com

Invia commento comment Commenti (0 inviato)