Privacy Policy politicamentecorretto.com - Vomero: SOS per le tartarughe in villa Floridiana

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Vomero: SOS per le tartarughe in villa Floridiana

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

         Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, fondatore sul social network Facebook del gruppo “ Riappropriamoci della villa Floridiana “ che conta oltre 1.200 iscritti, interviene ancora una volta sulle condizioni nelle quali versa il parco pubblico vomerese, da tempo interdetto in buona parte all’accesso dei visitatori, per la presenza di alberature pericolanti. 

 

“ In particolare negli ultimi tempi si sta manifestando da parte di associazioni e cittadini un notevole interesse  alle vicende legate alle tartarughe Trachemis che si trovano nella fontana posta nei pressi del belvedere, in parte riaperto al pubblico  – afferma Capodanno -. Tartarughe che, stando a quando si legge anche su alcuni siti internet, avrebbero invaso la fontana dopo essere state abbandonate “.

 

“ Stamani- puntualizza Capodanno -, due di tali tartarughe apparivano completamente immobili, con le quattro zampe allargate e la testa reclinata. Una delle due, la più grande, sembrava addirittura in avanzato stato di decomposizione “.

 

“ La cosa che più mi ha lasciato perplesso – prosegue Capodanno – è che uno dei bambini che si trovavano in quel momento intorno alla fontana, avendo notato l’immobilismo di quest’ultima tartaruga, a fronte delle altre che nuotavano o si arrampicavano per godersi il sole all’asciutto, ha domandato alla mamma come mai quella tartaruga rimanesse invece sempre ferma E la mamma, a quel punto, per motivi che si possono facilmente arguire, ha ritenuto opportuno rispondere che probabilmente la tartaruga si era addormentata “.

 

Capodanno sollecita ancora una volta la soluzione di un problema che si trascina da troppo tempo senza trovare una soluzione adeguata e definitiva, ricordando tra l’altro che l’art. 727 del codice penale  stabilisce che “chiunque abbandona animali domestici o che abbiano acquisito abitudini della cattività è punito con l’arresto fino a un anno o con l’ammenda da 1.000 a 10.000 euro. Alla stessa pena soggiace chiunque detiene animali in condizioni incompatibili con la loro natura, e produttive di gravi sofferenze”.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)

Altre notizie