Privacy Policy politicamentecorretto.com - Alla poetessa italo francese Maria Salamone l’Encomio Solenne del Premio Internazionale «Sigillo di Dante» 2014

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Alla poetessa italo francese Maria Salamone l’Encomio Solenne del Premio Internazionale «Sigillo di Dante» 2014

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

Nuovo riconoscimento alla poetessa italo-francese Maria Salamone. Si tratta dell’ «Encomio solenne» del Premio Intenazionale «Sigillo di Dante» organizzato dal Comitato de La Spezia della Società Dante Alighieri con il patrocinio dalla Regione Liguria, Comune di La Spezia, Comune di Deiva Marina, Avis sezione Spezia, Autorità Portuale della Spezia e Lotti Porto La Spezia. Il riconoscimento le è stato consegnato nei giorni scorsi, nella Sala del Consiglio del  Comune di Deiva Marina, dal sindaco Ettore Berni, a nome della Società Dante Alighieri, fondata nel 1889 da un gruppo di intellettuali guidati da Giosuè Carducci,  con l’obiettivo di «tutelare e diffondere la lingua e la cultura italiane nel mondo, ravvivando i legami spirituali dei connazionali all’estero con la madre patria e alimentando tra gli stranieri l’amore e il culto per la civiltà italiana».Nell’esprimere un doveroso ringraziamento alla giuria (prof.ssa Mara Bertolotto, avv. Ignazio Gaudiosi, dott. Vincenzo Manna, prof.ssa Donatella Zanello) e ai dirigenti della Società «Dante Alighieri» (di cui sono rispettivamente presidente, vice presidente e segretario il Cav. Pietro Baldi, Attilio Ferrero e Domenico Riggio), la poetessa Salamone ha sottolineato che, ogni qualvolta in Francia recita in lingua italiana, i francesi esclamano « Mon Dieu cette langue, la langue de Dante, c’est la più belle au monde» (ovvero: Mio Dio questa lingua, la lingua di Dante è la più bella al mondo). Purtroppo, come succede spesso (ha ancora detto la poetessa di Cannes di origine siciliana) sono gli altri a farci prendere conoscenza di quelli che sono i nostri  valori, la nostra bellezza e ricchezza culturale. Ricordiamo che i vincitori del Premio Internazionale «Sigillo di Dante» 2014 sono stati, in ordine di classifica : Antonio Damiano di Latina, Carmelo Consoli di Firenze e Vincenza De Ruvo di Banchette (TO) per la sezione “Poesia singola” (le loro poesie sono state lette dall’attore Luigi Leonardi); Nedda Mariotti Giromelli di Massa, Sara Rodolao di Imperia e Rosalina Gabrielli Pieroni di Pisa, invece, i vincitori per la sezione “Libro edito”. A condurre brillantemente la cerimonia di premiazione è stata Giovanna Bertamino, assessore alla Cultura del Comune di Deiva Marina, mentre coordinatore  è stato Antonio Mannina. Nella foto la poetessa Maria Salamone con il sindaco Ettore Berni.

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)