Privacy Policy politicamentecorretto.com - Maria Samone ospite con un suo applaudito recital di poesie nel programma dell’ Estate montedorese

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Maria Samone ospite con un suo applaudito recital di poesie nel programma dell’ Estate montedorese

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

 

 

Sono numerosi, e non solo nei mesi estivi, gli abitanti residenti in ogni parte del mondo che volentieri tornano, anche se solo per pochi giorni, nella terra natià.

E così fa annualmente anche la poetessa Maria Salamone che emigrata in Francia con i suoi negli anni sessanta, è tornata per un breve periodo nel suo paese natìo, Montedoro in provincia di Enna.

Anzi è stata applaudita ospite ne l'Estate Montedorese 2014, programma di eventi organizzati dalla locale Amministrazione Comunale per accogliere non solo gli emigranti che tornano, ma anche i tanti forestieri e per gli abitanti stessi che si «rivedono» e che hanno anche occasione di incontare parenti lontani, amici  o anche artisti.

Una Estate montedorese per «stare insieme», per scoprire la storia del paese e per visitare, quelli che ancora non l’hanno fatto (o a rivistare), la Tomba micenea a tholos, il Boschetto di Cirausi, il Museo della zolfara, la Villa comunale con anfiteatro, il Parco delle rimembranze, le Terme.

E quest’anno anche, come lo scorso anno, per ascoltare La voce melodiosa della poetessa Maria Salamone, nel suo recital in italiano, francese e dialetto siciliano e per leggere le sue tante poesie in mostra in cornice.

Tra le sue poesie, ha anche recitato « Desio », scritta nel suo soggiorno montedorese e nella quale dice (lo riportiamo in italiano): «Desio. /
Non desidero bellezze / ricchezze, onori… /
Non desidero castelli / gioielli, palate d’oro… /
quanto desidero / la mia Sicilia: /
il mio vanto / il mio pianto / 
il mio Montedoro…”

Inoltre ha anche recitato in dialetto siciliano “Lode al vino”, poesia scritta dal bisnonno Salvatore Alfano che è stato un poeta della tradizione orale, come lo furono i vari poeti del novecento, a cui la poesia serviva da punto di riferimento: famiglia, politica, religione,  educazione, lotte, rivolte… Tutto veniva insegnato e tramandato attraverso la poesia come evidenziato nell’introduzione del recital anche dal Sindaco Federico Messana.

Recital organizzato dall’Amministrazione Comunale in stretta collaborazione con l’Associazione «Noemi Carlotta» che ha messo in mostra numerosi prodotti artigianali, frutto dell’ingegno e della creatività delle sue socie nel ricordo di Noemi Carlotta, deceduta a 19 anni in un incidente stradale ed i cui organi i genitori li hanno donati per salvare la vita ad altri.

La preziosa serata si è conclusa con tanti complimenti alla poetessa Salamone, la quale a sua volta, ha ringraziato tutti i suoi «concittadini» (tali infatti li ritiene anche se da quasi ormai sessant’anni abita in Francia), dal sindaco  Federico Messana all’Amministrazione Comunale tutta, dal M° Salvatore Alba  (ha impreziosito la serata accompagnando con vari brani al pianoforte il magnifico recital) al Comandante della Stazione Carabinieri di Montedoro, M.llo Giovanni Cappello; al presidente della Pro Loco, prof. Lillo Paruzzo; al parroco Don Amedeo Duminuco; a Lillina Morreale,  presidente dell’Associazione « Noemi Carlotta »;....

Nella foto la poetessa Maria Salamone (al centro) con il direttivo delle donne dell’Associaione «Noemi Carlotta» di Montedoro.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)