Privacy Policy politicamentecorretto.com - Posizione coraggiosa di un sacerdote riguardo alla scomunica per chi pratica l’aborto

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Posizione coraggiosa di un sacerdote riguardo alla scomunica per chi pratica l’aborto

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

Posizione coraggiosa di un sacerdote riguardo alla scomunica per chi pratica l’aborto

Il sacerdote Mauro Leonardi, sul “Sussidiario.net” e sul suo blog “Come Gesù”, scrive: “Chiedo aiuto anche alla Chiesa che è madre. È difficile dire a una ragazza che le sto vicino se le ho appena detto che poiché ha abortito è scomunicata. Perché, chi ha autorità nella chiesa, non toglie la scomunica dell’aborto e invece la dà ai mafiosi e ripristina quella ai massoni?”. Come non dargli torto? La soppressione di un embrione è forse azione più nefanda che uccidere un bambino per vendetta? Il fatto di non scomunicare chi uccide per odio, per interesse, chi commette stragi, stupri, violenze d’ogni genere,  e scomunicare che ricorre all’aborto magari per disperazione, è errore gravissimo, giacché induce il credente a ritenere che la soppressione dell’embrione sia il peggiore dei delitti, a trascurare il particolare che all’origine dell’aborto non c’è mai odio, gelosia, disprezzo.

Elisa Merlo

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)