Privacy Policy politicamentecorretto.com - Garavini (PD): “Auguri al nuovo ambasciatore italiano a Berlino, Pietro Benassi”

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Garavini (PD): “Auguri al nuovo ambasciatore italiano a Berlino, Pietro Benassi”

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

"I migliori auguri e congratulazioni al nuovo Ambasciatore italiano a Berlino, Pietro Benassi, a nome di tutto il Gruppo di amicizia interparlamentare italo-tedesco e della comunità italiana in Germania, che rappresento. Sono certa che in lui troveremo un interlocutore prezioso, competente, capace di rappresentare al meglio il nostro Paese, in una fase particolarmente importante e delicata per l'Italia, anche alla luce della Presidenza italiana del Semestre europeo". Lo ha detto Laura Garavini, dell'Ufficio di Presidenza del PD alla Camera dei Deputati, in occasione di un incontro informale con il neo Ambasciatore italiano in Germania, Pietro Benassi.

"Italia e Germania sono due partner fondamentali nella compagine geopolitica europea ed internazionale - sia sul piano economico che su quello socio-culturale", ha proseguito la deputata, concludendo: "Tuttavia la crisi economica sta contribuendo da alcuni anni a riportare a galla stereotipi negativi e incomprensioni reciproche fra i due grandi Paesi. Un’Europa prospera ed efficace non può che passare necessariamente per una rinnovata sinergia fra Italia e Germania. In questo senso, con l’Ambasciatore Benassi, sappiamo di potere contare su un convinto alleato nella promozione dell’amicizia fra Italia e Germania, nel contrasto a populismi xenofobi e nel rilancio dell'immagine di un'Italia moderna, dinamica ed autorevole".

Invia commento comment Commenti (0 inviato)