Privacy Policy politicamentecorretto.com - Rotary Club Taranto Magna Grecia. Progetto regionale per il campo di calcio a San Giuseppe in Città Vecchia e costituzione di una cooperativa di donne del posto per gestirlo

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Rotary Club Taranto Magna Grecia. Progetto regionale per il campo di calcio a San Giuseppe in Città Vecchia e costituzione di una cooperativa di donne del posto per gestirlo

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

Il Rotary International dedica il mese di settembre alle nuove generazioni. Il dott. Antonio Rubino, Presidente del Rotary Club Taranto Magna Grecia, ha voluto presentare presso la Scuola S.I.F.I.R., gestita con grande impegno da Suor Teresina, un programma di finanziamento promosso dal Club e dedicato ad una neocostituita cooperativa di giovani donne della Città Vecchia di Taranto. Il tutto è iniziato già dai primi mesi di quest’anno, quando i futuri dirigenti del Club tarantino contattarono Don Marco Morrone, chiedendogli quali fossero le necessità della sua parrocchia nella Città Vecchia. Uno dei suggerimenti fu il rifacimento del campo di calcio annesso alla Parrocchia di San Giuseppe ed ormai in degrado dopo 20 anni di onorato servizio. Nel 1993 Don Marco Morrone fu mandato in “missione” nella Città Vecchia dall’allora Arcivescovo Guglielmo Motolese. Il giovane sacerdote, che credeva nel valore educativo dello sport e nella la sua capacità di formare e far crescere la persona, si impegnò per la realizzazione di un campo di calcio e di pallacanestro in un terreno abbandonato presso la chiesa di San Giuseppe. Ora il campo richiede importanti opere di sostituzione del manto erboso e rifacimento delle recinzioni ed impianto di illuminazione. Il RC Taranto Magna Grecia ha attivato la sua rete di professionisti per dare una risposta alle esigenze di Don Marco e dei suoi ragazzi. Ottenute le dovute autorizzazioni, il direttivo del Club tarantino ha seguito la costituzione di una cooperativa di giovani donne disoccupate della Città Vecchia e l’avvio delle pratiche di finanziamento regionali NIDI (Nuove Iniziative D’Impresa) per tale cooperativa. Il 13 settembre scorso il club ha invitato in una serata-caminetto il dottore commercialista Luciano Latartara, che con grande sensibilità ha seguito proprio le suddette pratiche. Il dott. Latartara ha illustrato alcune proposte di finanziamento regionale per nuove iniziative imprenditoriali. Il Progetto NIDI, in particolare, è lo strumento con cui la regione Puglia offre un aiuto per l’avvio di una nuova impresa con un contributo a fondo perduto e un prestito rimborsabile. L’obiettivo di questo progetto, ha spiegato il dott. Latartara, è quello di agevolare l’autoimpiego di persone con difficoltà di accesso al mondo del lavoro. L’iniziativa viene attuata da Puglia Sviluppo S.P.A. E’ un progetto di finanza agevolata col quale la Regione sostiene le microimprese di nuova costituzione, con un contributo a fondo perduto e un prestito rimborsabile. Il dott. Latartara ha sottolineato come questi nuovi autofinanziamenti favoriranno i neo imprenditori locali con rate e tassi molto bassi. Con NIDI si potranno avviare nuove imprese in molteplici settori: attività manifatturiere, edilizia, riparazione autoveicoli e motocicli, affittacamere e bed&breakfast, ristorazione con cucina, servizi di informazione e comunicazione, istruzione, agenzia di viaggio, sanità e assistenza sociale non residenziale, attività artistiche e sportive e attività di servizi per la persona. Il Presidente al termine della relazione ha ringraziato il relatore per la chiarezza e la competenza dimostrata e soprattutto per la grande disponibiltà nel collaborare all’iniziativa del RC Taranto Magna Grecia. Seguendo la prassi rotariana, il progetto avviato è “sostenibile”, cioè capace di auto finanziarsi e sostenersi dopo l’avvio. Gli obbiettivi dell’iniziativa sono molteplici: creare nuove occasioni di lavoro per i membri della cooperativa, avvicinare i giovani allo sport, dando loro stimoli nuovi e un impegno più costante per strapparli alla strada e alle tentazioni della malavita locale, così come venti anni fa fece Don Marco Morrone.

Nella foto il relatore dr. Latartara, il presidente dr. Rubino ed il segretario ing. Cecere.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)