Privacy Policy politicamentecorretto.com - Vomero, via Luca Giordano: basta con ritardi e promesse

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Vomero, via Luca Giordano: basta con ritardi e promesse

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

“Evidentemente non devono essere tanto anonimi i commercianti che in questi giorni hanno giustamente protestano per le condizioni di degrado e di abbandononelle quali versa una delle più importanti arterie del Vomero, via Luca Giordano, se finalmente vengono invitati ad un confronto dal numero uno della municipalità collinare – esordisce ironico Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari -. Ambedue i cartelli comparsi in questi giorni nel tratto destinato a Ztlportavano in calce la firma dei commercianti che sono lì ogni giorno da mane a sera, cercando di attirare una clientela che evita sempre di più di passare per una strada pericolosa, piena di buche e di avvallamenti e per di più con un’illuminazione stradale del tutto insufficiente, anche con lampioni rotti, che risale a circa cent’anni addietro “.

“ Comunque domani una delegazione si presenterà al confronto, ma prima ci riuniremo nella tarda mattinata per decidere quale linea assumere- afferma Capodanno -. I commercianti di via Luca Giordano non hanno alcuna intenzione di aderire alla notte bianca, anzi sono intenzionati ad abbassare le saracinesche in segno di protesta, a meno che non inizino subito, e quando dico subito intendo domani mattina, i lavori con l’installazione immediata dei cantieri, che, stando a quanto dichiarato nel dicembre scorso in un’intervista rilasciata ad una nota emittente televisiva campana dal presidente della municipalità, dovevano iniziare dal marzo scorso e quindi sono già in ritardo di oltre sei mesi “.

“Ritengo,- continua Capodanno – che la manifestazione denominato Vomero notte vada sospesa e rinviata a nuova data, anche per i gravi problemi di sicurezza legati ai pericoli generati dall’attuale stato delle strade, con continue cadute, una delle ultime delle quali ha coinvolto nei giorni scorsi una bambina, inciampata in una fonte d’albero vuota e non coperta, ma anche dei fabbricati, con cadute anche di grossi calcinacci, così come è accaduto l’altro ieri in via Bernini, dove una presumibile tragedia è stata evitata solo grazie alla tempestiva segnalazione di due vigili urbani in servizio in piazza Vanvitelli “.

“Con i soldi risparmiati – puntualizza Capodanno -, costituiti essenzialmente dai fondi necessari per pagare gli straordinari a tutto il numeroso personale dei servizi pubblici essenziali, quali netturbini, addetti ai mezzi di trasporto pubblico, vigili urbani, poliziotti e carabinieri, che dovranno essere impegnati durante l’intera manifestazione, con lavoro notturno, si potranno finalmente riparare le strade del quartiere, sopperendo così alle ben note difficoltà finanziarie che hanno sinora impedito di provvedere a mettere in sicurezza marciapiedi e carreggiate, garantendo così la pubblica incolumità “.

Proporrò inoltre – conclude Capodanno – che vengano richieste le dimissioni immediate del Presidente della Municipalità e dell’intero consiglio per manifesta incapacità a risolvere i veri problemi del quartiere ridotto in uno stato di degrado e di abbandono che dal dopoguerra ad oggi non si era mai riscontrato. Siamo stufi di essere presi in giro con promesse che non vengono mantenute, nel mentre si cerca di ammansire la popolazione con feste di piazza che fanno la felicità dal punto di vista economico dei soli “bancarellari”, gli unici che notoriamente hanno tratto lauti guadagni dalle precedenti edizioni della notte bianca al Vomero“.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)