Privacy Policy politicamentecorretto.com - Vomero: è tornato l’ambulantato abusivo

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Vomero: è tornato l’ambulantato abusivo

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

            “ Qualcuno voleva far credere che il fenomeno era scomparso dalle strade e dalle piazze dell’area collinare della Città. Invece l’ambulantato abusivo si era solo mimetizzato, nascosto da qualche parte, l’ultima volta era stato segnalato nei viali del parco Mascagna ma ora sta di nuovo uscendo allo scoperto, in attesa di poter esplodere definitivamente, così come accaduto l’anno scorso, nella notte bianca “. E’ l’amara constatazione di Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, alla ricomparsa dei banchetti improvvisati degli abusivi nei quartieri del Vomero e dell’Arenella.

 

            “ Per il momento il fenomeno sembra ancora limitato – continua Capodanno -. Si comincia a notare con una certa insistenza nell’area che va da piazza degli Artisti a piazza Medaglie d’Oro, passando per via Tino di Camaino, dove si mimetizza come un prolungamento del mercato all’aperto che si trova nell’area di via Casale de Bustis “.

 

            “ L’unica cosa certa – puntualizza Capodanno – è che la ricomparsa di questo fenomeno nelle principali strade e piazze è una diretta conseguenza del fatto che i controlli sono stati allentati, al punto che nelle zone in questione non si osserva più alcuna vigilanza “.

 

            “ Così i commercianti a posto fisso – afferma Capodanno -, oltre a fare i conti con la lunga crisi che ne stanno costringendo molti ad abbassare le saracinesche, devono confrontarsi quotidianamente, ovviamente risultando perdenti in partenza, con un abusivismo commerciale che opera senza regole, vendendo prodotti contraffatti, privi dei requisiti di legge e senza rilasciare gli scontrini fiscali, visto che naturalmente gli abusivi sono privi, oltre che delle necessarie autorizzazioni, anche di registratori di cassa “.

 

            Capodanno rivolge un pressante appello agli uffici competenti e, segnatamente, alle forze dell’ordine affinché si pongano immediatamente in campo tutte le iniziative necessarie per contrastare e debellare definitivamente il fenomeno, anche in considerazione del fatto che, notoriamente, il mercato dell’ambulantato abusivo, che fattura milioni di euro al nero, rappresenta uno dei filoni economici più fiorenti per il finanziamento delle losche attività della delinquenza organizzata.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)