Privacy Policy politicamentecorretto.com - Pieta’ per i fascisti di Salo’, si, ma non onore

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Pieta’ per i fascisti di Salo’, si, ma non onore

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

Mi riallaccio alle dichiarazioni dell’on. Lumia per sostenerle con vigore.

 

Senza vergogna! E’ proprio questo l’esatto modo con il quale iniziare un dialogo coi neofascisti che, approfittando di un voto dato loro da molti sulla buona fede, e nella semplice speranza di avere un governo meno litigioso di quello guidato da Prodi, affollano ora le aule del Parlamento con il proposito di cambiare la storia.

A questi riesumatori di una ideologia cadavere bisogna ricordare che ai volontari della repubblica fascista di Salo’ non puo’ essere riconosciuta l’attenuante del servizio per la patria, perche’ la “patria” che loro hanno liberamente scelto (erano volontari!) si era abusivamente installata a Salo’ solo grazie alla potenza militare delle forze tedesche che ancora occupavano militarmente l’Italia del nord.

Mussolini non e’ stato costretto alla fuga da un blitz dei comunisti. Lui e’stato sfiduciato dal suo Gran Consiglio Fascista che, pur infarcito di fedelissimi del regime, a un certo punto non ha piu’ potuto sostenere le irresponsabili scelte del loro capo.

Quindi se proprio vogliono salvare qualcosa del fascismo che, pure al costo della liberta’ per gli italiani, ha fatto cose buone per l’Italia, devono stare con questi fascisti “prima maniera”, quelli che si sono accorti della follia che ormai guidava Mussolini verso la disfatta totale, e non dalla parte del Mussolini che prima ha abbracciato la politica criminale e genocida di Hitler, e poi, dopo la sfiducia del Gran Consiglio, ha tradito il re e la patria per allinearsi con Hitler, il paranoico della razza ariana di cui gli stessi tedeschi ormai avevano terrore, e  che gioiva nel fucilare (almeno) 10 innocenti italiani per ogni tedesco che veniva ucciso nella lotta partigiana per la liberazione del patrio suolo italiano.

Senza vergogna! Ecco quello che sono questi neofascisti che abbracciano oggi una bandiera facendo finta di non sapere che quella bandiera, dalla quale hanno solo cancellato la svastica, gronda ancora di sangue, vero sangue italiano!

Perche’ il sangue versato dalle camicie nere di Salo’, anche se era di figli dell’Italia, era il sangue di chi aveva scelto di schierarsi con la feroce occupazione militare nazista e con il Mussolini aggrappato al suo fallimentare regime, e traditore della patria.

Per loro dobbiamo avere l’umana pieta’, ma non il rispetto e l’onore che si concede a chi e’ morto per la liberta’ propria e dei propri fratelli italiani.

 

 

Dallas, Texas

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)