Privacy Policy politicamentecorretto.com - Garavini (PD): “Chiudere il Dipartimento di italianistica nella Saar significherebbe perdere un prestigioso presidio della nostra lingua”

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Garavini (PD): “Chiudere il Dipartimento di italianistica nella Saar significherebbe perdere un prestigioso presidio della nostra lingua”

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

Uno dei più importanti Dipartimenti di italianistica all'estero, rischia la chiusura

 

“Condivido e aderisco alla mobilitazione contro la chiusura del Dipartimento di italianistica del Saar, promossa dall'ADI (Associazione dei Docenti d'Italiano in Germania: http://www.adi-germania.org/) e da numerosi esponenti del mondo accademico italiano e tedesco. La chiusura, deliberata dalle autorità regionali tedesche, rischia di compromettere l'esistenza di un presidio di eccellenza della cultura italiana all’estero". Lo ha detto Laura Garavini, dell'Ufficio di Presidenza del Pd alla Camera, in relazione alla prospettata chiusura del Dipartimento di Italianistica dell’Università del Saarland.

 

"Secondo un piano di razionalizzazione stilato dalla Regione del Saar", ha precisato la deputata Pd, "le due cattedre di italianistica della locale università potrebbero saltare, con i relativi ricercatori affiliati, disperdendo un patrimonio intellettuale di grande valore. Il Dipartimento  dell’Università del Saarland infatti, negli ultimi decenni ha curato una serie di opere fondamentali per lo studio della nostra lingua. Dal 1979 ad esempio, in collaborazione con l'Accademia della Crusca, cura un monumentale studio in più volumi, il “Lessico etimologico dell’italiano e dei suoi dialetti", il cui completamento, previsto per il 2032, rischierebbe di venire compromesso".

 

"Ecco perchè", ha concluso la deputata, "attraverso una interrogazione parlamentare, mi sono rivolta al Ministro degli Esteri, Gentiloni, per sollecitare un intervento presso le autorità tedesche al fine di scongiurare la chiusura di questo importante Dipartimento di italianistica".

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)