Privacy Policy politicamentecorretto.com - Presentato con successo il libro dedicato al 150° anniversario della Società Operaia di Massafra. Apprezzati interventi di Antonacci, Fonseca, Iacovelli e Cerbino

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Presentato con successo il libro dedicato al 150° anniversario della Società Operaia di Massafra. Apprezzati interventi di Antonacci, Fonseca, Iacovelli e Cerbino

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

 

 “Società Operaia di Mutuo Soccorso Massafra – 150° Anniversario della fondazione 1864-2014”. Questo il titolo dell’apprezzatissimo libro presentato nei giorni scorsi nell’affollatissima sede sociale della stessa Società Operaia che ha ricevuto anche il plauso della Presidenza della Repubblica.

Alla riuscita presentazione sono stati presenti, tra gli altri: il Capitano dei Carabinieri Vito Luigi Coppola, il comandante della Stazione Carabinieri Antonio Petrocca, il presidente del Consiglio comunale Giandomenico Pilolli, l’assessore alla Cultura Antonio Cerbino, l’assessore all’Urbanistica Giuseppe Marraffa. il consigliere comunale Fernando Pelillo e i presidenti di varie associazioni (Circolo filatelico e Numismatico “ Antonio Rospo”, Associazione Carabinieri “Salvo D’Acquisto”, Gruppo Donatori Sangue “Fratres”, l’Archeogruppo “Espedito Iacovelli”,…).

La serata ha visto susseguirsi gli interventi della presidentessa Paolina Antonacci (dal 2004), del vice presidente Alessio Barulli, del prof. don Cosimo Fonseca, del dottor Gianni Iacovelli, dell’assessore alla Cultura ed all’Associazionismo Antonio Cerbino. Nell’introdurre i relatori, la moderatrice Annalaura Maggi ha rammentato l’importanza dell’appena conclusosi 2014 che ha portato il Sodalizio massafrese a raggiungere il traguardo del 150° annuale della fondazione.

La presidentessa Antonacci, dopo aver esordito rivolgendo i saluti ed i ringraziamenti personali e dell’intera Società al numeroso pubblico, ha brevemente riepilogato le iniziative messe in piedi per onorare l’anniversario in questione di cui il volume in presentazione ne è il suggello.

La descrizione della pubblicazione, frutto di un importante lavoro di documentazione (per il quale è da segnalare anche l’apporto offerto da Maria Renzelo nella composizione dell’archivio) è stata effettuata dal vice presidente Alessio Barulli, che fra l’altro evidenziato la coriacea volontà della presidentessa Antonacci. Il tomo, che rappresenta una ripresa dell’attività editoriale della Società Operaia, è suddiviso in due sezioni: nella prima, corredata da una selezione fotografica dell’ultimo anno e di alcuni documenti inerenti il centenario, sono enucleate le principali iniziative proprie della Sodalizio che si sono succedute dal 1964 ad oggi; la seconda, preceduta da un preambolo del dott. Gianni Iacovelli e dal discorso presidenziale per il centenario, contiene la ristampa anastatica del testo Momenti e figure della Società Operaia di Massafra, nel centenario della fondazione datato 1965 ed opera di Espedito Iacovelli e divenuto ormai di proibitiva reperibilità. La copertina reca l’illustrazione realizzata da Annalisa Manfredi, già utilizzata per il manifesto delle celebrazioni, che nel flusso temporale di figure che mostrano scene di vita quotidiana, lavorativa e culturale, ha inserito l’avv. Angelo Casulli, Francesco Gallo, Espedito Iacovelli, Nicola Andreace e Paolina Antonacci.

Di seguito ha preso la parola il prof. Cosimo Damiano Fonseca, Accademico dei Lincei, il quale ha espresso la propria commozione nel varcare la soglia della sede della Società Operaia di cui è socio onorario dal 1965. Egli pronunciò il discorso ufficiale del centenario in quello che fu il Cinema Moderno e si adoperò per la presenza dell’allora sottosegretario al lavoro senatore Calvi. Nella sua relazione don Fonseca ha spiegato come il Sodalizio era in quegli anni il punto di maggiore coagulo sociale, nonostante la presenza di altre realtà associative come il circolo degli arsenalotti, il gruppo operante attorno all’arciprete don Antonio Ladiana ed il Circolo “Niccolò Andria” che era però chiuso in quanto vi si accedeva solo per laurea o per possidenza. Dunque, la Società Operaia, erede dello spirito risorgimentale, sintetizza la Massafra operosa che ha contribuito nel fare la fortuna della Tebaide e che ha sopperito alla mancanza di una nobiltà autoctona, tanto che nelle consimili Società Operaie meridionali quella della nostra città divenne un punto di riferimento.

In continuità con quanto detto sino a quel momento, il prof. dott. Gianni Iacovelli, presidente dell’Accademia di Storia dell’Arte Sanitaria di Rroma, ha palesato la sua felicità per la ristampa del saggio del padre sia come figlio sia come massafrese. Il Sodalizio, sin dall’Ottocento, ha svolto il compito di fulcro della vita del paese, ed Espedito Iacovelli durante la sua presidenza - dal 1945 al 1982 – ha impresso una concezione “gramsciana” della cultura, la stessa che ora permette a Matera di avere la qualifica di Capitale Europea della Cultura nel prossimo 2019. Circa l’operato di Espedito Iacovelli si devono citare inoltre la summenzionata attività editoriale (ad esempio con gli opuscoli I Tre Ponti sul dialetto e le tradizioni popolari o la cartella Civiltà mediterranea. Arti e mestieri, oggetti e soggetti del lavoro e della memoria di Nicola Andreace), o ancora la costituzione della cooperativa “Vittoria” che costruì le prime case popolari nel nostro territorio; quindi non solo cultura e storia ma anche servizi essenziali per la comunità.

E’ quindi intervenuto l’assessore alla Cultura e all’Associazionismo Antonio Cerbino il quale ha dichiarato il suo apprezzamento per l’agire della Società Operaia, che si colloca in un contesto di fermento della vita associativa massafrese, lasciando un segno tangibile. Il lavoro letterario presentato testimonia dunque la storia della città e non solo quella del Sodalizio. Il libro, ben curato dai soci Nicola Fabio Assi, Alessio Barulli e Luigi Consoli,  è stato stampato da Grafiche Max. Per informazioni circa la disponibilità del volume rivolgersi alla Società Operaia in corso Italia 17 – 74016 Massafra (Taranto).

Nella foto l’intervento del prof. Cosimo Damiano Fonseca, Accademico dei Lincei (sulla dx la presidentessa Paolina Antonacci e sulla sx il prof. dott. Gianni Iacovelli, presidente dell’Accademia di Storia dell’Arte Sanitaria di Roma.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)

Altre notizie