Privacy Policy politicamentecorretto.com - In onda in Italia e all’estero su oltre 80 tv il format del Festival di Potenza

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

In onda in Italia e all’estero su oltre 80 tv il format del Festival di Potenza

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

 

Due puntate per tre ore complessive di musica di qualità, contaminazione tra generi diversi, interpretazioni all’insegna della creatività, virtuosismi di musicisti, giovani talenti sul palco insieme a interpreti più noti, un pizzico di comicità e tanta fantasia per incuriosire il pubblico: sono gli ingredienti della 14esima edizione del Festival di Potenza che andrà in onda in due puntate nei palinsesti di oltre 80 tv in tutt’Italia ed all’estero del Circuito Fox Production di Nicola Mauro Marino. Un format di spettacolo, realizzato per la direzione artistica di Mario Bellitti, condotto da Daniele Perini insieme ad Ertilia Giordano, particolarmente innovativo per la varietà di proposte musicali e per la miscellanea di proposte in grado di tenere attaccati agli schermi tv un po’ tutti i target di telespettatori. Gli operatori di spettacolo, gli addetti ai lavori, i giornalisti esperti che hanno seguito in diretta il Festival, hanno espresso pareri e commenti più che lusinghieri specie per la novità nel panorama festivaliero italiano ricco di appuntamenti che in gran parte sono costruiti intorno ad un concorso (in questo caso abolito) o ad una “scaletta” più o meno non casuale di esibizioni. L’evento ha una sua precisa e autonoma identità ed è stato ideato per la produzione televisiva che ne racchiude la spettacolarità testimoniando, inoltre, che il Sud è fucina di un nuovo modo di intendere il Festival come struttura di musicalità e di arte che può contare sulle risorse umane di cantanti, musicisti, band, autori-compositori e cabarettisti che interpretano la nuova sensibilità meridionale.     

Un’occasione per riaccendere i riflettori su un altro pianeta che non è quello di Sanremo e coinvolge centinaia e centinaia di giovani che dedicano passione, impegno, professionalità e decine e decine di operatori dello spettacolo. Una scommessa rispetto alla situazione già difficile in cui versa lo spettacolo dal vivo in Italia, per mancanza di spazi, di incentivi ai giovani, di opportunità professionali, che rischia di aggravarsi ulteriormente se non si trovano delle soluzioni tra  cui quella di offrire nuovi palcoscenici nazionali e opportunità di crescita professionale.

Il Programma del Festival è trasmesso inoltre da: SEI TV “canale 819” del digitale terrestre in Campania, basso Lazio e alta Calabria, “canale 185” Napoli, Caserta, Avellino e Benevento, “canale 645” Abruzzo e Molise, (Sabato 7 febbraio ore 20,30). La NUOVA TV “canale 12” digitale terrestre in Basilicata e “canale 840” Sky (Domenica  8 febbraio  ore 11,00). TRM “canale 11” in Basilicata, “canale 668” Molise, canale 171 Puglia (prima puntata sabato 21 febbraio ore 21.00, seconda puntata domenica 28 febbraio ore 21.00). Tutta la programmazione tv al sito ufficiale del festival: www.festivaldipotenza.com/programmazione.

Nella foto artisti e staff organizzativo del Festival di Potenza 2014.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)