Privacy Policy politicamentecorretto.com - Vivo plauso ai Carabinieri della Compagnia Napoli Vomero

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Vivo plauso ai Carabinieri della Compagnia Napoli Vomero

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

 

         “ Esprimo un vivo plauso ai Carabinieri della Compagnia Napoli Vomero, al comando del capitano Giovanni Ruggiu, le cui attività di controllo sul territorio hanno portato, tra l’altro, alla chiusura di un megastore cinese – afferma Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, che da tempo segnala i gravi problemi riguardanti il terziario commerciale -. Sono certo che l’azione delle forze dell’ordine, in questo delicato e fondamentale settore della vita economica della Città, proseguirà sempre con maggior impegno, anche a tutela dei cittadini, dal momento che, oltre a tutte le altre gravi problematiche che riguardano il rispetto di leggi e regolamenti, c’è da garantire innanzitutto la salute dei consumatori che, come dimostrano anche diversi servizi televisivi ed articoli di giornale, potrebbe essere messa a rischio dalla vendita di prodotti non conformi alle vigenti normative  “.

 

         “ Peraltro è stato più volte denunciato il forte interesse che, nell’ambito della collina della Città, si è manifestato negli ultimi tempi rispetto a specifici settori economici – prosegue Capodanno -. Per questa ragione occorre dedicare una sempre maggiore attenzione ad alcune trasformazioni che stanno interessando il quartiere, coinvolgendo anche le associazioni territoriali per la legalità ed i singoli cittadini. Ciò anche in considerazione delle preoccupanti voci, levatesi, negli ultimi tempi, da più parti, circa il possibile utilizzo del Vomero quale “lavanderia” del danaro sporco, ricavato da attività e da traffici presumibilmente illeciti “.

 

“ Un aspetto – sottolinea Capodanno - che parrebbe trovare un’indiretta conferma anche dalla scomparsa progressiva e costante delle cosiddette botteghe storiche che, dopo decenni di attività, stanno abbassando le saracinesche. Difatti, in un momento di crisi economica, il problema, che viene ripetuto come una litania ad ogni chiusura di tali esercizi, degli elevati costi di gestione, non sopportabili a fronte dei diminuiti ricavi, non dovrebbe esistere solo per loro “.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)