Privacy Policy politicamentecorretto.com - Rebuzzi (FI): "Il pasticcio del Welfare"

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Rebuzzi (FI): "Il pasticcio del Welfare"

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

Rebuzzi (FI): "Il pasticcio del Welfare"
 
"Ma sarà la Primavera a portare nuovi entusiasmi: lo garantisce già il nostro presidente Berlusconi"
 
"Il protocollo sul welfare è stato firmato a Luglio, dal Governo e dalle parti sociali, dopo un iter molto sofferto. Adesso torna ad essere oggetto di discussione e di ricatto dalla sinistra massimalista. E' l'ennesima prova della immobilità di questo governo, oppresso dalla sua stessa coalizione, che lo rende pavido e lento nel deliberare, ma ancor più grave, incapace di mantenere le scelte operate." Così commenta la senatrice Rebuzzi di Forza Italia, dinanzi alla nuova ondata di malumori che attraversano la  maggioranza.
 
E aggiunge: "Se il protocollo già firmato è stato giudicato idoneo, perchè rimetterlo in discussione? E se non era idoneo, perchè firmarlo? Domande legittime, che non trovano risposta".
 
"Ma forse una spiegazione c'è", ammette l'azzurra. "Il protocollo è stato firmato per consentire al governo di superare l'estate; qualche granello di sabbia sugli occhi ad accecare gli scontenti, e lo stesso protocollo sarà firmato, anche da Diliberto e Ferrero, per superare l'inverno".
 
"Ma sarà la Primavera a portare nuovi entusiasmi: lo garantisce già il nostro presidente Berlusconi - ha concluso l'esponente forzista - e noi gli crediamo".
 
 
Ufficio Stampa Sen.Antonella Rebuzzi
senatrice@italiachiamaitalia.com
 
 

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)