Privacy Policy politicamentecorretto.com - Vomero, le scale immobili di via Cimarosa

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Vomero, le scale immobili di via Cimarosa

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

Basta con i disservizi. Flash mob di protesta

 

 

            “ Oramai è un evento al quale i vomeresi si sono rassegnati, anche se ogni volta non mancano veementi proteste. Da quando sono state inaugurate le tre rampe di scale mobili, che costituiscono il sistema intermodale di collegamento tra le funicolari e la stazione di piazza Vanvitelli del metrò collinare, sono rimaste, a turno, più volte ferme. Per questa ragione sono state ribattezzate ironicamente “scale immobili” – sottolinea Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari -. Difatti non si contano più le volte che almeno una delle rampe non può essere utilizzata dalle tante persone, molti anziani, che devono raggiungere l’area di San Martino. L’ultimo guasto, che dura da diverso tempo, riguarda la rampa di collegamento presente in via Cimarosa, nei pressi della stazione superiore della funicolare Centrale, benché il motivo di tale fermo e la sua presumibile durata sono, allo stato, del tutto ignoti, dal momento che dal laconico cartello affisso sulla grata, chiusa con catenaccio, si apprende semplicemente che il fermo è generato da un non meglio precisato ” atto vandalico. Nulla si sa anche  sui tempi di ripristino della piena funzionalità dell’impianto, laddove al riguardo sullo stesso cartello si legge “stiamo lavorando per ripristinare l’impianto”, mentre, per la verità, sui luoghi operai al lavoro non se ne vedono “.

 

            “ Ciò che lascia più perplessi è il fatto che queste scale sono monitorate da un sistema di videosorveglianza, posto sia a monte che a valle – puntualizza Capodanno -. A meno che queste telecamere, come altre installate nel popoloso quartiere collinare, non siano in funzione la qual cosa non renderebbe possibile stabilire gli autori di questi gesti vandalici per i provvedimenti consequenziali “.

 

            “ Proprio a regione dei numerosi guasti che si sono verificati da quando sono entrate in funzione, - puntualizza Capodanno – anche in considerazione del dato che per la realizzazione di questi impianti di collegamento intermodale ci vollero ben due anni con una spesa di circa 4 miliardi delle vecchie lire, si è più volte chiesto, a tutt’oggi però senza riscontri operativi, che venisse istituita una commissione d’indagine anche al fine di verificare i motivi di questi frequenti guasti, individuando anche i responsabili, e le ragioni dei lunghi tempi di riparazione “.

 

            Sulla questione Capodanno sollecita ancora una volta l’amministrazione comunale ad intervenire, al fine di assicurare un sistema di collegamento intermodale efficiente e sempre funzionante, a servizio della numerosa utenza, annunciando iniziative di civile protesta, tra le quali un flash mob, laddove il disservizio dovesse ancora perdurare.

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)

Altre notizie