Privacy Policy politicamentecorretto.com - "Le riforme in atto fanno dell'Italia un paese attraente e arginano la fuga dei cervelli"

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

"Le riforme in atto fanno dell'Italia un paese attraente e arginano la fuga dei cervelli"

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 
Laura Garavini (pd) al convegno "Nuova emigrazione italiana in Europa" promosso dal Pd di Bruxelles

"Il problema non è che tanti giovani vanno all'estero. Il problema è se il nostro Paese non è sufficientemente attraente per attirare cervelli dall'estero, indipendentemente dal fatto che siano stranieri o di origini italiane. E l'Italia per decenni è stata cosí: un paese in cui la mancanza di sviluppo economico, aggravata dalla crisi internazionale, ha penalizzato soprattutto le giovani generazioni, costringendole in una immobilitá sociale dalla quale tanti sono riusciti a svincolarsi soltanto emigrando - giustamente. Adesso, finalmente, attraverso il processo di riforme che stiamo mettendo in atto, l'Italia  torna ad essere un paese attraente - per giovani, e per persone di talento. E' questo il modo migliore per contrastare l'emorragia di risorse umane provocata dalla fuga dei cervelli" lo ha detto Laura Garavini, componente dell'Ufficio di Presidenza del Pd alla Camera, intervenendo al convegno 'La nuova emigrazione italiana in Europa', promosso dal Pd di Bruxelles.
"Con la riforma del mondo del lavoro, ad esempio, giá approvata, miriamo a contrastare la forte disoccupazione giovanile e i massicci fenomeni di precarizzazione del mondo del lavoro. Prevediamo l'estensione degli ammortizzatori sociali, con lo scopo di introdurre un sistema di garanzia universale per tutti i lavoratori, compresi quelli precari, soprattutto giovani. Rafforziamo i servizi per l'impiego e le politiche attive per il lavoro, allo scopo di supportare chi è alla ricerca di un'occupazione. Abbiamo iniziato a mettere mano ad una riforma per la sburocratizzazione della Pubblica Amministrazione, con l'introduzione di tutta una serie di servizi ottenibili per via telematica, facilmente fruibili dagli utenti. Prevediamo anche l'introduzione di misure a sostegno della genitorialità, con l'estensione della maternità alle lavoratrici precarie".
"E queste riforme iniziano a dare i primi risultati: è di soli pochi giorni fa la notizia che 76.000 aziende in Italia hanno iniziato l'iter per l'assunzione di personale a tempo indeterminato, sulla base degli incentivi introdotti dal Governo Renzi. Mentre gli ordinativi dell'industria riscontrano un'impennata del+5,8% su base annuale. Insomma" ha concluso la Garavini: "Stiamo percorrendo la strada giusta. E' importante che continuiamo in questa direzione".

Invia commento comment Commenti (0 inviato)