Privacy Policy politicamentecorretto.com - La Scuola del Vaticano e i soldi italiani. Le due morali di papa Ratzinger

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

La Scuola del Vaticano e i soldi italiani. Le due morali di papa Ratzinger

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

''Favorire quella effettiva uguaglianza tra scuole statali e scuole paritarie che consenta ai genitori opportuna liberta' di scelta circa la scuola da frequentare'.:E' l'auspicio ''per il bene dei giovani e del Paese'' rivolto oggi da papa Benedetto XVI.
Si dice "effettiva uguaglianza" e si traduce in "dateci i soldi!".
Ogni giorno e' piu' imbarazzante l'ingerenza del capo della Chiesa Cattolica, Papa Benedetto XVI, e la mano tesa per chiedere soldi allo Stato italiano. Oggi, per un genitore, esiste la liberta' di scegliere se mandare i propri figli ad una scuola pubblica o ad una privata, religiosa, cattolica o laica che sia, ma e' bene ricordare che esiste, e molto chiaro l'articolo 33 della Costituzione: "Enti e privati hanno il diritto di istituire scuole ed istituti di educazione, senza oneri per lo Stato".
Ma l'ora facoltativa di religione costa ai contribuenti italiani circa un miliardo di euro all'anno. E' la seconda voce di finanziamento diretto dello Stato alla confessione cattolica, di pochi milioni inferiore all'otto per mille. E' la messa in opera della seconda morale di papa Ratzinger, la prima e' quella spirituale e laica, che per essere messa in opera abbisogna dei soldi per i quali scatta la seconda morale.

Invia commento comment Commenti (1 inviato)

  • Inviato in data dario, 30 Settembre, 2008 07:52:47
    Senatrice, non faccia confusione e non dica delle sciocchezze. L'ora facoltativa di religione è prevista dalle norme concordatarie e non venga a dire quanto essa costa ai contribuenti italiani. Dica invece quanto ci ha guadagnato lo stato italiano con l'aggressione del 20 settembre 1870. Faccia un po' l'inventario di quanta roba si è impossessato lo stato italiano, dal Quirinale all'Università della Sapienza, a Montecitorio, a palazzo Madama, ecc., ecc. Buon lavoro e saluti Dario