Privacy Policy politicamentecorretto.com - Onorevole Arnold Cassola

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Onorevole Arnold Cassola

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

Arnold Cassola (Verdi) sul tema delle adozioni internazionali

 

Il prossimo 22 ottobre alcune famiglie italiane andranno a Strasburgo per manifestare davanti al Parlamento europeo ed alla Corte europea dei diritti dell’uomo. Infatti, queste famiglie testimonieranno le loro vicende circa delle mancate adozioni internazionali.

“Tra i criteri di adesione all'Unione europea figura il rispetto dei diritti fondamentali” ha detto Arnold Cassola “tra questi, essenziale il diritto alla vita familiare che molte persone vedono negato a causa delle procedure di adozione internazionali. Per esempio, in questo periodo è a tutti noto il caso dei bambini rumeni accolti da alcune famiglie italiane che ne avevano auspicato l’adozione”.

 

Nella dichiarazione scritta n. 23 dello scorso aprile 2006, lo stesso parlamento Europeo aveva

esortato le autorità rumene a tenere conto del parere espresso in materia riprendendo di conseguenza

l'esame dei fascicoli in sospeso, nell'interesse superiore dei minori, e ad autorizzare le adozioni

internazionali quando opportuno.

 

La stessa convenzione dell'Aja sull'adozione internazionale, ratificata dalla Romania, prevede “le indispensabili precauzioni nella lotta contro il traffico di minori e privilegia l'interesse superiore del minore”.

“Bisognerebbe considerare le condizioni di vita dei minori nonché quelle delle stesse famiglie che intendono adottare un bambino. Aldilà delle procedure stabilite per legge, bisogna sempre ricordare che la cosa più importante è dare una vera famiglia ai bambini” ha concluso Cassola.

 

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)