Privacy Policy politicamentecorretto.com - INSIEME per gli italiani. …poi “REDDITO MINIMO DI CITTADINANZA”

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

INSIEME per gli italiani. …poi “REDDITO MINIMO DI CITTADINANZA”

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Di Carmelo Cicala Presidente di INSIEME per gli italiani
Il programma di INSIEME

 

 

 

 

 
Oramai lo abbiamo capito tutti. Uno degli effetti principali della globalizzazione economica è che "esisti se paghi le tasse." Questo è stato un fortissimo cavallo di battaglia di quanti vogliono abolire il voto all'estero e  compagnia bella. "Cosa vogliono i residenti italiani all'estero se non pagano le tasse in Italia?" E' questo che ci sentiamo dire quando parliamo di Diritti e parità di trattamento tra italiani ovunque residenti. Poniamo che l'assunto fosse vero, ciò significherebbe  che chi non paga le tasse, perché è senza reddito, non esiste. E' un fantasma. La cosa potrebbe andare anche bene a chi ha poco o nulla se, a fronte dell'assoluta assenza di Diritti, non vi fosse una strenua attenzione per i doveri. Quindi , ulteriore deduzione sarebbe prendendo ad esempio i connazionali all'estero, che quelli che non hanno reddito e che per questo non pagano le tasse  non esistono e quindi non sono neanche italiani. E' chiaro che siamo al cospetto di una STUPIDAGGINE SENZA SENSO. E, dato che questa è una stupidaggine SENZA SENSO, tutti gli italiani sono uguali tra loro  al cospetto delle leggi OVUNQUE SIANO DISLOCATI. Reddito MINIMO di cittadinanza o comunque lo si chiami dunque anche per quelli fuori dai confini italiani. Il reddito di cittadinanza deve essere una misura che si aggiunge alla “Carta dei bisogni primari”. E’ una cifra in denaro defalcata della spesa alimentare di sostentamento giornaliero. Carta idonea a consentire agli esseri umani di comprare anche il necessario per sentirsi vivi ed attivi. Il Reddito di cittadinanza come è congegnato dalla politica di propaganda prevede una irresponsabile distribuzione di denaro a tutti i ceti sociali senza tenere in conto il fattore discriminante del bisogno. Trattare tutti allo stesso modo concedendo a tutti i livelli di reddito gli stessi benefici è profondamente ingiusto. A ciascuno secondo i propri bisogni. INSIEME per gli italiani vuole che la“Carta dei Bisogni Primari” ed il “Reddito di Cittadinanza” siano provvedimenti che abbiano lo scopo di aiutare l’essere umano, non quello di aumentare i consumi per sollevare una economia globale assassina.

In “Leggi il documento” il modulo di adesione ad INSIEME per gli italiani

VIDEO  


[Leggi il documento]

Invia commento comment Commenti (0 inviato)