Privacy Policy politicamentecorretto.com - AFGHANISTAN. CASTALDO (M5S): UN CONVEGNO PER DAR VOCE A CHI HA VISSUTO L’ORRORE DELLA GUERRA

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

AFGHANISTAN. CASTALDO (M5S): UN CONVEGNO PER DAR VOCE A CHI HA VISSUTO L’ORRORE DELLA GUERRA

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

VENERDì 24 MARZO ORE 15 PRESSO SPAZIO EUROPA

 

“Afghanistan 2001-2017. L’eredità di un lungo conflitto. Il ruolo dell’Unione Europea”. Questo il titolo del convegno promosso da Fabio Massimo Castaldo, europarlamentare del MoVimento 5 Stelle, aderente al Gruppo EFDD, che si terrà il 24 marzo, a Roma, a partire dalle ore 15, presso ‘Spazio Europa’, gestito dall’Ufficio d’informazione in Italia del Parlamento europeo e dalla Rappresentanza in Italia della Commissione europea, in Via Quattro Novembre 149.  “Si tratta - afferma Castaldo - di un momento importante di riflessione e di confronto sulle condizioni attuali dell'Afghanistan, sulla situazione prima del conflitto, sull'avvento del regime dei talebani e sull'impegno umanitario in un processo di ricostruzione certamente non facile”. Al dibattito, che vedrà anche la partecipazione dei portavoce M5S al Senato e alla Camera, Stefano Lucidi e Marta Grande, interverranno, tra gli altri, anche alcuni esponenti della società civile afgana, Rahmatullah Hanefi, Nor Ahmad Noorani, Rahamatullah Mohammadi, Shadikhan Qalawal e Palwasha Hazrrati, che hanno vissuto da vicino l’orrore della guerra e sono giunti in Italia per portare all’attenzione dell’opinione pubblica le loro istanze e quelle di un Paese martoriato, piegato, distrutto dai conflitti.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)