Privacy Policy politicamentecorretto.com - “ROSSO TARTUFO”

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

“ROSSO TARTUFO”

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

Al teatro Agorà dal 23 al 28 maggio si potrà vedere realizzata la prima parte del Progetto di Massimiliano Milesi e TeatroDaViaggio – “Tre colori per Molière”- uno studio su Molière suddiviso appunto in tre colori. Per questa prima parte è stato scelto il colore rosso, per i prossimi spettacoli utilizzeranno il bianco e il blu: il tricolore francese per omaggiare il Paese natale di Molière.

Scelta coraggiosa quella che Milesi ha compiuto nel portare sulla scena la commedia di Moliere “Il Tartufo”, nella sua versione (e interezza) originaria. Il coraggio di una scelta che risiede non soltanto nell’aver voluto conservare l’articolazione dei cinque atti del copione primigenio, quanto piuttosto nell’aver preservato per intero la struttura drammatica dell’opera, senza lasciarsi sedurre dalla tentazione di un aggiornamento, nemmeno laddove la commedia –nella celebrazione finale della lungimirante magnanimità della  giustizia del re Luigi XIV-  scivola obiettivamente in una anacronistica deferenza verso il Potere costituito, che oggi fa sorridere.  

Probabilmente l’intenzione dell’allestimento era quella di celebrare - prima ancora del cuore teorico portante della commedia (la polemica verso la bigotta devozione religiosa, l’ipocrisia e la debolezza dell’uomo, la ribellione giovanile nei confronti dell’ingiustizia, il rapporto con il Potere)- l’incrocio dialettico poderoso che i personaggi si scambiano in una gara interna che premia le capacità di tutti gli attori: Antonella Alfieri, Antonella Antonelli, Matteo Cianci, Giorgio Corcos, Andrea Cotrone, Lorenzo Ghimenti, Angelo Gullotti, Martina Massaro, Fabrizio Mischitelli, Luca Staiano.  Sobria ma efficace la scenografia che lascia esaltare la ricercatezza filologica dei costumi (Antonietta Corrado); la regia è dello stesso Milesi.

TeatroDaViaggio è la Compagnia che realizza le iniziative operate dalla “Permis De Conduire”, l’etichetta fondata da Massimiliano Milesi nel 1992. Permis De Conduire è Scuola di teatro, produzione teatrale, prosa e ricerca, emittente radiofonica dal 2010 con “Radio Palcoscenico” e ora anche Casa Editrice.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)