Privacy Policy politicamentecorretto.com - Iran: Il nuovo governo Rouhani è formato da torturatori, carnefici, membri dell'IRGC e rapitori. Nessun ministro donna

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Iran: Il nuovo governo Rouhani è formato da torturatori, carnefici, membri dell'IRGC e rapitori. Nessun ministro donna

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

Il governo presentato dal presidente iraniano Hassan Rouhani al parlamento del regime martedì è una selezione di membri delle Guardie Rivoluzionarie, rapitori, carnefici e torturatori che hanno avuto il ruolo più attivo nelle guerre, nella repressione, nei massacri, nell'esportazione del terrorismo e del fondamentalismo e nelle uccisioni in tutte le nazioni della regione.

Uno sguardo alla pagella di molti nuovi ministri di Rouhani, dimostra ciò che la Resistenza Iraniana ha detto nel suo comunicato del 20 Maggio dopo la truffa delle elezioni presidenziali. “…”

Mohmmad Javad Azari Jahromi, Ministro delle Comunicazioni e della Tecnologia, è uno dei nuovi membri del governo di Rouhani. E' stato un agente del Ministero dell'Intelligence (MOIS) sin dall'età di 21 anni, ed è noto per i suoi interrogatori, le torture e la censura. Durante le proteste del 2009 venne nominato Direttore della Sorveglianza del Dipartimento Tecnico del MOIS per controllare e interrompere le comunicazioni dei manifestanti. Ha ampliato il ramo sorveglianza ed ha avuto un ruolo speciale negli arresti dei dimostranti e nel sedare le rivolte.

Con la nomina di Azari Jahromi, Rouhani sta tentanto disperatamente di contrastare la crescente influenza della Resistenza Iraniana tra il popolo iraniano. Come vice-ministro delle Comunicazioni e della Tecnologia, il 17 Luglio Jahromi ha detto: “Stiamo bloccando 3.300 canali Telegram ogni settimana e circa 13.000 ogni mese. Da due anni ormai stiamo sorvegliando questi canali, che trasmettono materiale pornografico, religioso e persino politico... E' vero che il canale dell'Organizzazione dei Mojahedin del Popolo Iraniano (PMOI/MEK) è aperto e come ha detto il leader 'queste persone hanno ucciso i nostri giovani'. Il PMOI/MEK sta usando Telegram ed altre piattaforme di social media per pubblicare velocemente il materiale che desiderano”. (sito web del Club dei Giovani Giornalisti, legato all'IRGC)

Contemporaneamente, il direttore del Gruppo di Lavoro sulla Determinazione del Materiale Criminale, ha fatto dichiarazioni simili a questo proposito.

“Il PMOI/MEK sta diffondendo liberamente propaganda nel paese attraverso i social media e fornendo materiale ai nostri giovani? In realtà proprio questi canali hanno sconvolto il nostro ordine... Siamo stati umiliati sui social media…” ha detto. (Sito web del Club dei Giovani Giornalisti, legato all'IRGC)

Il nuovo ministro della difesa di Rouhani è Amir Hatami, membro della forza paramilitare Bassij dell'IRGC, con un passato criminale, secondo i media ufficiali. Hatami è stato un membro attivo dei Bassij sin dai primi giorni del regime, vale a dire dall'età di circa 12 anni, ed ha partecipato alla repressione e alle uccisioni. Era uno dei membri dei Bassij e dell'IRGC cui il regime ha ordinato di entrare nell'esercito per ottenere il pieno controllo di questa organizzazione. Hatami ha così scalato i ranghi dell'esercito ed ha avuto anche un ruolo attivo nel sedare, arrestare e giustiziare il personale patriottico dell'esercito.

Il nuovo ministro della difesa di Rouhani ha anche avuto un ruolo attivo nella lotta al PMOI/MEK durante l'Operazione Luce Eterna del 1988.

Ha avuto “un ruolo attivo ed efficace nella lotta contro i gruppi anti-rivoluzionari e il PMOI/MEK, insieme alle squadre di infiltrati nelle regioni nord-occidentali ed occidentali della regione”, secondo i media ufficiali. Ed è esattamente per questo che il leader supremo Ali Khamenei gli ha inviato una lettera di gratitudine.

Nel 1999 Khamenei ha nominato questo trentaduenne, brigadiere generale e vice-capo dell'intelligence dell'esercito della Repubblica Islamica dell'Iran.

Habibollah Bitaraf è il nuovo Ministro del Lavoro di Rouhani. E' stato uno dei sei membri del consiglio centrale degli studenti a sostegno dell'ex-leader supremo iraniano Ruhollah Khomeini, e uno degli ufficiali incaricati del raid all'ambasciata americana e del rapimento dei suoi dipendenti nel 1979. E' stato uno dei primi organizzatori della fondazione Construction Jihad e il membro dell'IRGC che ha mandato i bambini e gli adolescenti iraniani nei campi minati durante la guerra Iran-Iraq negli anni '80.

Mohammad Shariatmadari, il nuovo Ministro dell'Industria, Miniere e Commercio, sin dai primi giorni di questo regime è stato un alto funzionario coinvolto nella repressione e nel furto dei beni della gente comune. Ha avuto un ruolo attivo nella creazione e nell'organizzazione dei cosiddetti “Comitati Rivoluzionari” e del MOIS nel 1985. Poi è stato nominato vice-Ministro dell'Intelligence.

Shariatmadari è stato anche vice-capo supervisore e responsabile nell'ufficio di Khamenei, un membro della delegazione dei beni del leader supremo, incaricata della “Setad Ejraiye Farmane Hazrate Emam" – La sede per l'esecuzione dell'Ordine dell'Imam,” membro del consiglio della Astan Quds Hazrat Abdulazim e membro del Consiglio della Fondazione Marty.

La sede per l'Esecuzione dell'Ordine dell'Imam è un grosso cartello economico controllato direttamente dallo stesso Khamenei. Il suo patrimonio è valutato in 95 miliardi di dollari, derivati soprattutto dalla confisca dei beni appartenenti ai dissidenti del regime.

Alireza Avaie è il nuovo Ministro della Giustizia di Rouhani. Durante il massacro del 1988 era incaricato delle esecuzioni nella provincia del Khuzestan, Iran sud-occidentale. Avaie ha sostituito un altro boia, Mostafa Pourmohammadi.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana

9 Agosto 2017

 Mahmoud Hakamian

@HakamianMahmoud

Invia commento comment Commenti (0 inviato)